Cerca

L'auto-profezia del Dottore

Parla Rossi: "Segnatevi questa data. Il giorno in cui saprò se vinco il titolo"

Valentino Rossi

A marzo inizierà la nuova stagione della MotoGp. Una stagione che si annuncia infuocata, dopo il pazzesco finale dello scorso anno, con il biscottone spagnolo e Valentino Rossi defraudato del decimo titolo mondiale dalla premiata ditta Marc Marquez-Jorge Lorenzo. E il punto della situazione, ora, lo fa proprio il Dottore nel corso della presentazione della YZR-M1 a Barcellona, il nuovo bolide della Yamaha. Si mostra carico e determinato, Rossi, e spiega: "Lo scorso anno il via della stagione è stato fantastico. Quest'anno partiamo da un altro punto e tutti dovranno capire cosa succede nel primo weekend di gara. Sarà diverso e difficile, ma cercheremo di essere pronti fin dall'inizio".

Il Vale continua spiegando che "devo dare il massimo per cercare di rimanere allo stesso livello degli ultimi due anni. Ero più o meno competitivo ovunque. Dobbiamo trovare la giusta motivazione e la giusta concentrazione. Gli altri sono molto competitivi, quindi sarà di sicuro interessante". Dunque, rassicura sulle sue motivazioni: "Il feeling in gara, guidare la moto e il lavoro che faccio è lo stesso, nonostante la mia età". Quindi, il Dottore, lascia intendere quello che potrebbe rivelarsi il momento decisivo della stagione, che cadrà quando ancora la stagione non sarà iniziata: "L'anima della mia moto - spiega - è sempre la stessa, ma il primo incontro a Sepang (dove sono in programma i primi test a febbraio, ndr) sarà speciale. Il primo incontro con la moto sarà, come sempre, molto importante". Il Vale, dunque, ha le idee chiare: già al primo test, in un certo senso, capirà dove potrà arrivare. E se al decimo titolo potrà crederci davvero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    18 Gennaio 2016 - 23:11

    L'unica premiata ditta colpevole di averlo "defraudato" del titolo si chiama Rossi. La cazzata l'ha fatta lui. Adesso è inutile che cerchi di addossare ad altri colpe she sono solo sue.

    Report

    Rispondi

  • asfodelo13

    18 Gennaio 2016 - 20:08

    Bidon...bidon alias il reuccio si auguri che non ci sia Stoner su una Ducati ..quel giorno ,sicuro. non lo vedrebbe mai.

    Report

    Rispondi

  • paolone67

    18 Gennaio 2016 - 16:04

    Da quando coniglio-Rossi ha ritirato la richiesta di appello, avallando implicitamente l'ennesimo inciucio europeo per far lo sgambetto all'Italia e ai suoi rappresentanti, francamente non me ne frega più niente se Rossi vincerà il titolo o no. Come leggenda del motociclismo avrebbe dovuto tenere duro e usare tutte le leve politiche e economiche per farla pagare cara ai due mocciosi spagnoli.

    Report

    Rispondi

blog