Cerca

I voti di Bobo

Vieri dà le pagelle ai bomber del campionato: "Higuain tra i primi tre al mondo"

Vieri dà le pagelle ai bomber del campionato:

La sua autobiografia, "Chiamatemi bomber", sta spopolando nelle librerie: 169 gol in 296 partite tra Serie A, Liga e Ligue 1, Bobo Vieri oggi ha 42 anni e dal 2009 ha appeso la scarpe al chiodo. Vive per gran parte dell'anno a Miami, ma commenta le partite del campionato italiano per la televisione del Qatar BeIn Sport e in una intervista al Corriere della Sera dà i voti ai protagonisti della Serie A. Voti alti per uno "spigoloso" come lui, ma non proprio per tutti. Parte, ovvio, da Higuain, del quale dice che "non ci assomigliamo, a parte la tendenza a ingrassare. A parte gli scherzi, è il più forte del campionato e uno dei primi tre attaccanti puri del mondo. Il primo e Lewandoski, poi lui e terzo Suarez". Di Mandzukic: "E' un lottatore, perfetto per il campionato italiano". Dybala: "Non è un centravanti, ma è uno che è entrato in fretta nella mentalità della Juve, che conosco bene: vincere e ancora vincere". Morata: "Ci sta un periodo di appannamento. deve avere pazienza e lavorare, è capitato a tutti un periodo in cui non si segna". Kalinic: "Mi piace perchè si muove moltissimo, fa pressing e non dà punti di riferimento". Poi le note dolenti. Dzeko: "Non è un flop, la verità è che in Inghilterra, dove lui ha fatto bene, si gioca di più in attacco. Uno come lui va servito coi cross, Spalletti rimetterà le cose al loro posto". E Icardi: "Si muove poco, è assente. Troppo. deve giocare di più con la squadra e non andare subito in profondità". E gli italiani? "Pellè lo rispetto perchè è uno che si batte come un leone. Lui e Zaza sono i nostri bomber e anche Eder è bravo". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog