Cerca

Milanello e dintorni

L'incontro segreto. Balotelli vede Berlusconi: trappolone a Mihajlovic?

Silvio Berlusconi e Mario Balotelli

Un incontro segreto a Milanello. Un incontro piuttosto improbabile, cercato e ottenuto da Mario Balotelli: un faccia a faccia con Silvio Berlusconi. L'attaccante, secondo indiscrezioni di stampa, avrebbe cercato una sponda nel presidente. Obiettivo? Giocare di più, magari partire titolare. Già, perché con Sinisa Mihajlovic il campo, Mario, non lo vede quasi mai: pochi minuti, quasi punitivi, durante i quali, per inciso, Balotelli ciondola "nullafacente" per il campo. Il risultato è che il mister, con lui, è sempre più avvelenato.

Berlusconi ha confermato l'incontro: "Sì, mi sono fermato a parlare con Mario mezz'ora di persona e l'ho invitato a sciogliersi, a tenere un atteggiamento in campo più positivo. Ci auguriamo tutti che possa esprimere al meglio tutte le sue potenzialità, dato che non gli mancano di sicuro", ha dichiarato al sito ilveromilanista. Insomma, il Cav si è mostrato freddino con Balotelli. Anche perché il presidentissimo ha un'altra preferenza, ben precisa: Jeremy Menez. Si sarebbe speso con Mihajlovic per vederlo titolare già nel weekend. In primis il francese. Ma poi, in verità, resta anche uno spiraglio per Balotelli: "Mario e Menez sono un duo ben assortito". Il presidente, insomma, si è fatto sentire.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • L'infeltrato

    10 Marzo 2016 - 12:12

    il rendimento in campo di Balotelli è come minimo imbarazzante. Sembra incredibile che una società di calcio rinunci a El Sharaawi (che in 6 partite alla roma ha segnato più gol di balotelli negli ultimi due anni) per poi offrire una possibilità a un giocatore che da anni delude anche le più umili aspettative. Insomma non c'è una spiegazione, se non forse una simpatia con entrambi gli AD

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    03 Marzo 2016 - 19:07

    Nessuno ci dirà mai cosa c'è sotto nei rapporti fra Berlusconi, Raiola e balotelli. Resta il fatto che, per voler tenere in campo e strapagare un simile decerebrato, inutile in campo e dannoso negli spogliatoi, deve avere qualche obbligo che non può non rispettare.

    Report

    Rispondi

blog