Cerca

Lotta

Dopo il bavaglio, Giordano rincara: massacra (ancora) l'arbitro Rizzoli

Dopo il bavaglio, Giordano rincara: massacra (ancora) l'arbitro Rizzoli

Pubblichiamo Posta Prioritaria, la rubrica in cui MariO Giordano risponde alla lettera di un lettore.

Caro Giordano, quando ho visto il suo viso con il bavaglio alla bocca per protestare sull’arbitraggio del signor Rizzoli in Torino-Juventus mi è crollato il mondo addosso! Io che La consideravo per me un mito non credevo ai miei occhi ed è ovvio che non La seguirò mai più (anche se la cosa a lei non interessa minimamente...) dopo questo autentico autogol… Ma di che cosa si protesta? Forse ha ragione il terzino del Toro Moretti che ha dichiarato “invece di protestare sarebbe meglio fare un esame di coscienza sul nostro modo di giocare...”. Gli errori di Rizzoli, se ce ne sono stati solo in favore della Juve, non hanno condizionato il risultato, altro che un fuorigioco millimetrico non segnalato da lui ma dal suo collaboratore, o una mancata espulsione di Sandro, quando prima doveva espellere Glik e Silva! Quando gli arbitri fischiano contro la Juve non ci sono bavagli, cosa avrebbe dovuto dire la Juve per la partita col Bayern, lì sì che c’è stato un vero furto!! E come mi disse il suo grande collega Mainiero, interista, in una mitica risposta nella sua rubrica A tu per tu sulla grande bufala di Calciopoli, non ci sono arbitri che tengano (prima era colpa di Moggi ma ora la Juve senza di lui vince più di prima...). La Juve vinceva e vince unicamente perché era ed è la più forte! Le altre sono tutte balle.... (e i bavagli se li metta a Carnevale!)

Franco Trussi
Venegono Superiore (Va)

Caro Trussi, mi spiace sinceramente averla delusa. E, al contrario di quello che lei crede, la cosa mi preoccupa non minimamente ma massimamente. Anche perché mi rendo conto che Paolo Liguori e io non siamo riusciti a spiegare le ragioni di quel gesto: non protestavamo contro i rigori negati o le espulsioni non date, protestavamo contro l’abitudine dell’arbitro Rizzoli di querelare chi dice che ha sbagliato. L’ha fatto qualche settimana fa con Liguori, l’aveva fatto l’anno scorso con me, tanto che presto dovrò sostenere un processo a Bologna per avere osato criticare un suo errore di valutazione in un passato derby. Le pare accettabile? Possiamo avere opinioni diversissime in merito a un fuorigioco: ma è possibile che queste opinioni diventino oggetto di un processo penale? Ecco perché ci siamo imbavagliati, Paolo e io: mi spiace che questo messaggio non sia arrivato come doveva. E per quanto riguarda quella partita, stia certo, io non ho dubbi: per quante colpe abbia l’arbitro, il mio amato Toro ne ha di più. Se non altro perché da qualche mese ha, inspiegabilmente, smesso di giocare da Toro. E perciò il derby meritava senza dubbio di perderlo.

di Mario Giordano

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400