Cerca

Campionato

Napoli, il sogno-scudetto si ferma a Udine Incassa 3 gol, Higuain si fa espellere

Napoli, il sogno-scudetto si ferma a Udine Incassa 3 gol, Higuain si fa espellere

Il Napoli crolla 3-1 a Udine e vede allontanarsi lo scudetto, con la Juventus che vola a 73 punti, +6 sulla squadra di Sarri, dopo il successo sull’Empoli, mentre gli azzurri restano fermi a 67 punti. Mentre la squadra di De Canio con questi tre punti sale a 34 in classifica e si allontana dalla zona  calda. L’anticipo dell’ora di pranzo della 31esima giornata è andato di traverso alla squadra partenopea. Il Napoli senza poter contare su Pepe Reina, manda in campo gli altri dieci titolarissim.


Regolarmente in campo Gonzalo Higuain, reduce dagli impegni con  l’Albiceleste, nel tridente completato da Callejon e Insigne. L’Udinese scende in campo con il 3-5-2, non convoca Di Natale, con Thereau e l’ex Zapata in avanti. I friulani di Gigi De Canio sono apparsi molto in forma e da subito hanno messo in difficoltà la retroguardia del Napoli. Al 14’ padroni di casa già in vantaggio. Koulibaly stende Badu in area, ammonizione e rigore. Bruno Fernandes non calcia benissimo, Gabriel sfiora ma non
riesce a trattenere il pallone, che si insacca alla sua sinistra per la rete del vantaggio bianconero. Il Napoli accusa il colpo e al 17’ Badu mette in area per Bruno Fernandes, finta che manda a vuoto Hysaj e destro verso il primo palo, alto di poco. Ma la squadra di Sarri, espulso per proteste al 27’, può contare su un fenomeno. Al 24’ Gonzalo Higuain calcia dal limite un missile terra-aria e sigla il suo 30esimo gol in campionato e la rete del pareggio. 

Ma in difesa il Napoli balla - Un minuto dopo altro rigore per l’Udinese: Ghoulam interviene in ritardo su Widmer. Ancora Bruno Fernandes sul dischetto ma questa volta la conclusione viene parata da Gabriel. Il numero 8 bianconero si rifà però al 46’: errore  di Gabriel in disimpegno, il portiere serve di fatto Zapata che ne evita l’uscita e crossa in mezzo, dove Bruno Fernandes è libero di  colpire in sforbiciata ed insaccare nella porta sguarnita la rete del  2-1.  


Espulso l'argentino  - Il Napoli nella ripresa tenta di fare gioco e arrivare al pareggio, ma la velocità dell’Udinese mette ancora in crisi gli azzurri: al 12’ fuga di Widmer sulla destra, cross perfetto per la deviazione volante di Thereau che si infila tra i due centrali ed insacca per il 3-1. Insigne prova ad inventare qualcosa ma il tempo passa e la frustrazione e il nervosismo del Napoli aumenta, fino al 30’ con  l’espulsione di Higuain. L'argentino già ammonito, si prende un secondo giallo per un intervento ai danni di Felipe a centrocampo. Il Pipita molto nervoso viene calmato dai compagni e accompagnato fuori dal campo dopo varie proteste nei confronti dell’arbitro Irrati, con le mani sul petto del direttore di gara, e di Felipe. Con la squadra in 10, Sarri dagli spalti, la schiera con il 4-2-3, ma ormai c’è poco da fare e dopo 6 minuti di recupero si chiude la sfida che fa sorridere i bianconeri, sia dell’Udinese che della Juventus.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andymaga

    03 Aprile 2016 - 18:06

    Che il potere della Juve condiziona gli arbitri?!?!?!

    Report

    Rispondi

blog