Cerca

Uccise il tifoso napoletano

Caso Ciro Esposito, chiesto l'ergastolo per l'ultrà De Santis

Ciro Esposito

I pm chiedono l'ergastolo e lui urla: "Buffoni!". Daniele De Santis, l'ultrà della Roma accusato dell'omicidio del tifoso napoletano Ciro Esposito, rischia il massimo della pena. Il 3 maggio 2014 a poche centinaia di metri dallo Stadio Olimpico dove era in programma la finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, si verificò una violenta rissa tra tifosi. Il giovane Esposito venne gravemente ferito e morì dopo 53 giorni di agonia. "L'ergastolo me lo do da solo, non me lo date voi. Non ho paura di morire, buffoni", sono le parole urlate da De Santis, mentre veniva portato fuori dall'aula bunker di Rebibbia. L'ultrà giallorosso ha seguito l'udienza su una barella a causa delle ferite ad una gamba riportate durante i famigerati scontri avvenuti due anni fa nel prepartita.  Presente in aula anche Antonella Leardi, madre della vittima, che ha commentato: "Ringrazio i miei avvocati perché giustizia è fatta. Ovviamente per me è una magra consolazione. Nulla può compensare la perdita di mio figlio Ciro". I pm di Roma Eugenio Albamonte e Antonino Di Maio hanno chiesto anche una condanna a tre anni di reclusione per gli altri due imputati, Gennaro Fioretti e Alfonso Esposito con l'accusa di rissa aggravata e lesioni per aver fatto parte del gruppo che con Ciro Esposito si avventò contro De Santis nella zona di viale di Tor di Quinto provocando gli scontri tra le diverse tifoserie. La sentenza è attesa per il 23 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebin6

    20 Aprile 2016 - 12:12

    se punissero tutti gli ultras a qualche annetto di lavori forzati, smetterebbero presto d'essere ultras e diverrebbero dei pacifici tifosi che si godono le partite di calcio. PREVENIRE SEMPRE CON LEGGI SEVERE

    Report

    Rispondi

  • CASSIODORO1

    20 Aprile 2016 - 08:08

    Lo hanno accusato di omicidio ma se non sparava ammazzavano lui. Alla magistratura si devono cambiare le regole, non più giudici accorpati ma solo eletti come negli U.S.A. la maggiore democrazia del mondo. Devono rispondere al cittadino del loro operato e non a se stessi con il C.S.M, Altro che ergastolo è stata legittima difesa.

    Report

    Rispondi

  • Ben Frank

    Ben Frank

    19 Aprile 2016 - 20:08

    De Santis fu aggredito da una banda di ultras napoletani: lui è la vittima, ma essendosi difeso deve andare in galera. Così è l'Italia.

    Report

    Rispondi

    • sebin6

      20 Aprile 2016 - 13:01

      Ben Frank ha ragione, non merita l'ergastolo, gli darei 10 anni e 5 anni agli ultras napoletani, non di carcere, ma di lavori forzati.

      Report

      Rispondi

  • brontolo1

    19 Aprile 2016 - 18:06

    se questo personaggio fosse stato condannato a suo tempo (era soprannominato "gastone" perché più di un processo a suo carico era andato in prescrizione ) molto probabilmente Non ci sarebbe stata questa morte!

    Report

    Rispondi

blog