Cerca

Campionato Serie A

Milan, l'effetto Brocchi è finito: col Carpi finisce pari (con fischi)

L’effetto Brocchi è già finito. Dopo la vittoria con la Sampdoria, un Milan scialbo non è mai riuscito a impensierire il Carpi che si è guadagnato un altro punto utile per la salvezza. Con Balotelli in campo fin dal primo minuto a fianco di Bacca, i rossoneri non hanno convinto e non è servito neanche l’ingresso di Menez nel secondo tempo, al posto dell’attaccante colombiano che, furente per la sostituzione, ha fulminato con lo sguardo l’allenatore. A fine partita i padroni di casa hanno anche rischiato il ko ma Donnarumma con la punta delle dita ha deviato il tiro di Crimi. Le uniche note positive dai giovani: José Mauri non ha sfigurato e alla fine c’è stato spazio anche per Locatelli, il regista della Primavera pupillo di Berlusconi. I rossoneri escono tra i fischi, mentre gli emiliani festeggiano. Il Milan resta al sesto posto con 53 punti, il Carpi tiene a due punti il Frosinone e a tre il Palermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • giacomolovecch1

    22 Aprile 2016 - 20:08

    .......ora i giocatori stanno assimilando il gioco da Brocchi....pertanto....le partite prossime saranno sempre più scadenti .

    Report

    Rispondi

  • primus

    22 Aprile 2016 - 08:08

    Come dire......una squadra di brocchi !

    Report

    Rispondi

  • veneziano49

    22 Aprile 2016 - 01:01

    ...chi l'ha fatta la formazione ? Galliani o Berlusconi ??

    Report

    Rispondi

blog