Cerca

Mister verità

Ranieri, la nera profezia dopo il trionfo: "Sapete cosa fermo il prossimo anno?"

Claudio Ranieri

L'uomo del momento, Claudio Ranieri, dopo il trionfo non cambia di una virgola. L'eccezionale impresa del suo Leicester, campione in Premier League, non lo scompone. Montarsi la testa? Ma quando mai. Ma ammette: "È stato qualcosa di indescrivibile, il mondo si è girato verso di noi, a guardarci". In un'intervista a La Stampa, quando gli viene chiesto se questa Premier gli ha cambiato la carriera, risponde: "La riguardo e mi dico che ho fatto bene. Però certo, sono felice, è qualcosa che mancava". Cosa si prova a vincere adesso? "Se l'avessi vinto all'inizio della carriera forse avrei potuto dimenticarlo. Ma ora sono vecchio e posso ricordarlo".

Il tecnico spiega che è "come se il mio Catanzaro avesse vinto lo scudetto. O lo facesse il Sassuolo oggi, fate voi". Dunque, l'onesta: "Il prossimo anno? Sappiamo che andremo a prendere degli schiaffi, ma dobbiamo riuscire a resistere, dal decimo posto in su: adesso abbiamo fatto qualcosa di inverosimile". Ha fatto richieste alla società? "Non andremo a prendere stelle, gente che rovina lo spogliatoio". Puro Ranieri, insomma, che conclude: "Bisogna crederci e provarci, sempre. E nnon bisogna mai stancarsi di migliorare e guardare avanti. A 64 anni, non smetto di farlo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog