Cerca

Il Milan del futuro

Berlusconi tutta la verità sul Milan ai cinesi: "Resto per altri 3 anni, ecco chi va via"

Berlusconi tutta la verità sul Milan ai cinesi: "Resto per altri 3 anni, ecco chi va via"

È un Silvio Berlusconi sempre più consapevole di dover passare la mano, quello che, prima a Porta a Porta e poi a Telelombradia, ha parlato del futuro societario del club: “Io ho dichiarato la mia intenzione di cedere il Milan - ha detto durante la registrazione del programma - ma credo che l'ultima decisione del presidente Berlusconi su una squadra che è nel cuore di molti, debba essere assolutamente saggia e giusta". A Telelombardia ha poi confermato: "Trent'anni sono un periodo già lungo, ho dato tanto al nostro Milan, l'ultimo atto è trovare persone serie con capitali: sono in attesa. C'e questo studio americano in contatto con i fondi cinesi che ci appaiono entità serie: loro pongono come condizione che io resti altri 3 anni. Ho fiducia. Spero che la mia impressione possa diventare un giudizio".

L’eredità – Berlusconi chiarisce subito le sue esigenze e le richieste da mettere sul tavolo delle trattative: "Io devo passare la mano a qualcuno che sia in grado di mettere fondi necessari per far tornare il Milan protagonista e i soldi vengono o dalla Cina o dal petrolio. E io ho preso contatti con questi due mondi". E avverte: "Chi acquista il Milan deve impegnarsi a mettere i soldi nel club non per la Fininvest. Tutti quelli che si sono seduti al tavolo delle trattative hanno detto che il brand Berlusconi è molto importante, soprattutto in Cina dove sono molto noto. Se non viene fuori un acquirente che accetti le mie condizioni, un Milan protagonista, con tanti investimenti, non cedo. I gruppi che si sono fatti avanti sono stati 12 e ne abbiamo scartati molti: se non si dovesse trovare un gruppo adeguato la soluzione non potrebbe essere altro che quella di un Milan tutto italiano, fatto di giovani”.

Futuro tecnico – Ai cronisti che poi gli hanno chiesto del futuro del tecnico, Berlusconi ha risposto: "Non so ancora se resterà". E sul mercato il presidente spiega: "Stiamo cercando di accelerare le negoziazioni con i cinesi per poter poi operare sul mercato. Mano libera non l'avrebbero, perché hanno chiesto espressamente a me di essere il regista degli acquisti. Ci saranno molte partenze perché giocatori come Alex, Mexes, Boateng e Balotelli sono a fine contratto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • tontolomeo baschetti

    26 Maggio 2016 - 18:06

    se l'ha detto l'omino di plastica ....

    Report

    Rispondi

blog