Cerca

Lo squalo col velo

Nibali-islam, verso la storica svolta. La soffiata: c'è un'offerta clamorosa

Vincenzo Nibali

Un trionfo storico, per Vincenzo Nibali, che si prende il più difficile Giro d'Italia della sua carriera. E dopo la vittoria, lo "squalo" si confessa in un'intervista a La Stampa, in cui conferma il fatto di aver avuto un guaio fisico nelle prime settimane del Giro: "Sì, problemi intestinali che dapprima abbiamo sottovalutato ma che mi hanno debilitato. Per non dare un assist agli avversari, abbiamo deciso però di tenerli nascosto". Dunque, Nibali spiega: "Mi sono sentito attaccato ingiustamente dai media, senza motivo, per cui ho smesso di leggere i giornali e sentire i notiziari. Isolarmi è stato importante per recuperare".

Sul futuro, o meglio sul Tour de France, spiega: "Fare la doppietta Giro-Tour è molto difficile, come ci ha dimostrato anche Contador. E poi abbiamo Aru che si sta preparando per fare classifica". Gli farà davvero da gregario, dunque? "Dipenderà dalle condizioni di entrambi. Comunque il Tour mi sarà utile per preparare i Giochi di Rio ai quali tengo moltissimo". Di sicuro, però, c'è che il futuro del campione sarà lontano dai kazaki dell'Astana, dai quali il divorzio è quasi certo: il nascituro team del Bahrein è in pole position per assicurarsi le sue prestazioni, mettendo sul piatto un'offerta milionaria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog