Cerca

Wimbledon

Che batosta Federer: l'ultima terribile umiliazione. Chi è stato

Che batosta Federer: l'ultima terribile umiliazione. Chi è stato

Milos Raonic è il primo finalista del singolare maschile di Wimbledon, terza prova stagionale del Grande Slam in corso sui campi in erba dell’All England Lawn Tennis Club di Londra. Il giocatore canadese, numero 7 del mondo e sesta forza del seeding, ha vinto oggi, in semifinale, contro l’elvetico Roger Federer, numero 3 del ranking internazionale e terzo favorito del tabellone, vincitore del torneo in sette occasioni (dal 2003 al 2007 e poi nel 2009 e nel 2012). Raonic si è imposto col punteggio di 6-3 6-7 (3) 4-6 7-5 6-3. Sfuma, dunque, per il 34enne svizzero l’undicesima finale della carriera nel tempio del tennis (7 vittorie e 3 ko finora per lui). Domenica sarà invece il primo atto conclusivo in una prova del Grande Slam per il canadese Raonic. Sulla sua strada troverà il vincitore della sfida tra lo scozzese Andy Murray e il ceco Tomas Berdych.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    09 Luglio 2016 - 09:09

    E' tutto già scritto. Murray vince nel giradino di casa e Federer era troppo provato dall'ultimo incontro, vinto rimontando da 2 set a 0.

    Report

    Rispondi

  • robylella

    08 Luglio 2016 - 20:08

    Batosta dove? terribile umiliazione? Caro il mio giornalista, capisci qualcosa di tennis? A 34 anni competere con questi giovanotti è una grande impresa e qualificarsi per la semifinale del torneo più prestigioso al mondo la chiami terribile umiliazione? Complimenti per l'invidia ....

    Report

    Rispondi

blog