Cerca

L'inchiesta (esplosiva)

"'Ndrangheta, i massimi dirigenti Juve...". Il gip di Torino: le sue parole-terremoto

"'Ndrangheta, i massimi dirigenti Juve...". Il gip di Torino: le sue parole-terremoto

L'ultima inchiesta sulla 'ndrangheta in Piemonte lambisce la Juventus. Dopo il suicidio sospetto di un capo ultrà dei Drughi, arrivano le parole durissime, messe nero su bianco, da Stefano Vitelli, il gip del tribunale di Torino. Nell'ordinanza di custodia cautelare siglata la scorsa settimana a carico di 18 persone, nessuna delle quali appartenente alla Juve ed indagate in prevalenza per associazione mafiosa, dà conto di un "preoccupante scenario". Di fatto, per il gip, biglietti delle partite e soldi andavano spartiti per garantire la calma in tribuna. Scrive vitelli che "alti esponenti di una importantissima società calcistica a livello nazionale e internazionale (la Juventus, ndr) hanno consentito di fatto un bagarinaggio abituale e diffuso come forma di compromesso con alcuni esponenti del tifo ultrrà". L'inchiesta della Dda torinese sta cercando di fare luce sulla presunta presenza della malavita organizzata nel capoluogo piemontese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scorpione2

    12 Luglio 2016 - 15:03

    e poi si lamentano dei due scudetti tolti,nessuno vi togliera' vent'anni di galera.

    Report

    Rispondi

  • miacis

    12 Luglio 2016 - 10:10

    Presunta!!!!

    Report

    Rispondi

  • manuzzi

    12 Luglio 2016 - 09:09

    Hai visto che novità....Moggi insegna anche da fuori...il vizio la rubentus non lo ha mai perso...

    Report

    Rispondi

blog