Cerca

L'appello

Scandalo doping in Russia, arriva la sentenza definitiva: ecco chi andrà a Rio

Vladimir Putin

Vladimir Putin

Gli atleti russi dell’atletica leggera non potranno gareggiare ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro dopo la decisione della Corte Arbitrale dello Sport (Tas) di Losanna. Il tribunale ha, infatti, respinto l’appello contro l’esclusione dai Giochi da parte di 68 atleti russi, compresa la campionessa dell’asta Yelena Isinbayeva, e dal Comitato Olimpico russo (NOC). La federazione di atletica leggera russa è stata sospesa dalla Iaaf lo scorso anno ed il divieto è stato confermato il mese scorso. La Iaaf ha stabilito che i singoli atleti sarebbero stati in grado di competere ai Giochi di agosto a Rio a determinate condizioni, ma solo alla saltatrice in lungo Darya Klishina è stata data la possibilità di gareggiare. Gli atleti non ammessi, la Klishina e il NOC russo avevano impugnato la decisione della Iaaf davanti al Tas che ha respinto tutte le richieste. La sentenza potrebbe anche influenzare la decisione che deve prendere il Comitato Olimpico Internazionale (Cio) su una possibile esclusione di tutti gli atleti russi dai Giochi di Rio, prevista per martedì prossimo. Nella sentenza, "il gruppo di esperti del Tas ha confermato la validità della decisione della Iaaf di applicare regole 22.1(a) e 22.1A del IAAF Competition Rules, in cui si afferma che gli atleti la cui federazione nazionale è sospesa dalla Iaaf non sono ammissibili per le competizioni tenute sotto le regole della Iaaf, in conformità con la Carta olimpica".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sinceramente

    21 Luglio 2016 - 14:02

    Fortunati!! così non rischiano di morire negli attentati.

    Report

    Rispondi

blog