Cerca

Formula 1

Nico Rosberg, il Gp di Budapest e quella rivelazione sul rinnovo con Mercedes

Nico Rosberg, il Gp di Budapest e quella rivelazione sul rinnovo con Mercedes

"Pressione per il contratto? So come gestire ogni cosa. E poi dalla mia ho Berger che sta gestendo la situazione per me, per evitare che possa perdere la concentrazione"". Nico Rosberg parla della questione del rinnovo con Mercedes alla vigilia del Gran Premio di Budapest.

Rosberg è poi tornato anche sulla penalità di 10 secondi nell'ultimo Gp. "C'è stato l'esame di queste comunicazioni radio che ho avuto e sono state definite non permesse. Sono quindi stato retrocesso al terzo posto. Ci sono stati dei chiarimenti. Ora dobbiamo solo rispettare queste procedure", ha aggiunto il pilota tedesco. "I tifosi dicevano che eravamo ormai dei burattini guidati dagli ingegneri e ora va bene così, proviamo questa nuova situazione, sarà più impegnativo per noi in pista, il che è positivo, quindi ci divertiremo. Se mi sentivo marionetta? Io no, però posso capire i tifosi".

Il campione della Mercedes ha avuto un ottimo inizio di stagione ma non crede che per il mondiale piloti sia una corsa a due
tra lui e Lewis Hamilton. "È un po' troppo presto per dirlo, la Red Bull e la Ferrari hanno avuto degli alti e bassi, ma la strada da percorrere è ancora molto lunga, ma posso capire il perché la gente può pensarlo al momento. I risultati delle ultime 5 gare? Non rifletto in maniera particolare su questo, dopo ogni weekend volto pagina, mi sento bene. È un'annata molto buona per noi e ora ci concentriamo su questa gara di Budapest".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog