Cerca

Il rinvio

Farsa cinese, slitta ancora la firma: perché il Milan ora rischia di crollare

Farsa cinese, slitta ancora la firma. Così il Milan andrà dritta in B

La data per la firma del contratto preliminare di vendita del Milan alla cordata cinese guidata da Sonny Wu è arrivata all'ottavo rinvio. Dovranno passare altri 15 giorni perché le due parti si ritrovino davanti ai documenti da siglare, stavolta su richiesta della parte cinese che si è giustificata con problemi di carattere burocratico. L'intoppo riguarderebbe il trasferimento dei 15 milioni di euro, cifra stabilita come anticipo proprio in occasione della firma del preliminare, sui 700 circa stabiliti per il pacchetto completo.

Da Fininvest mantengono il massimo ottimismo sulla riuscita della trattativa, ma intanto il mercato rossonero resta inevitabilmente bloccato, con tutto quello che comporta. C'era stato l'interessamento per Arbeloa, difensore centrale svincolato e attempato (33 anni), l'accordo sarebbe stato praticamente fatto, ma senza il via libera dei cinesi nessuno in via Rossi si vuol prendere la responsabilità di firmare un contratto di ingaggio. Secondo la Gazzetta dello sport ci sarebbe anche Musacchio dal Villareal tra i desiderata di Vincenzo Montella. Ma il problema è sempre quello: niente soldi, niente cammello. In questa chiave si potrebbe spiegare la mossa suicida di cedere Carlos Bacca per grattare dal mercato 30-35 milioni di euro. Resterebbe Lapadula, qualcuno vorrebbe Simone Zaza, ormai fuori dai giochi bianconeri con l'arrivo di Higuain e Pjaca. Certo, ma resta sempre quello il problema: chi paga?

Alla scadenza del mercato estivo manca circa un mese. Al 31 agosto ogni operazione dovrà essere chiusa. Se i cinesi non troveranno altre scuse, poco prima di Ferragosto potranno prendere in mano la situazione e sbloccare ogni aspirazione di accaparrarsi gli svincolati a spasso per l'Europa. Resterebbero comunque 15 giorni scarsi per fare tutto, un po' pochi considerando che tutti gli altri, anche le neopromosse, stanno facendo spesa con giudizio e strategia. La prospettiva per il tifoso milanista si fa sempre più cupa. Se anche si dovesse risolvere tutto per il meglio, sarebbero poco credibili ambizioni da colonna sinistra della classifica. I rossoneri potrebbero anche salvarsi, ma non è neanche così certo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • traiano1958

    28 Luglio 2016 - 08:08

    visto lo schifo che pervade il mondo pallonaro, tanto tra chi ci gioca e chi ci parla e sparla, il berlusca fa benissimo a smazzarlo a qualche villanzone....alla faccia degli imbecilli di tifosi!!!

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    27 Luglio 2016 - 16:04

    piuttosto che i cinesi o peggio ancora gli arabi.....preferisco andare in serie B....povera la mia Milano......Silvio ripensaci...sei tra gli uomini più ricchi del mondo...non ci svendere a questi bru bru....fagli vedere chi sei...lascia ai tuoi figli maggiori...il Milan ai milanesi

    Report

    Rispondi

  • rintintin

    27 Luglio 2016 - 16:04

    piuttosto che i cinesi o peggio ancora gli arabi.....preferisco andare in serie B....povera la mia Milano......Silvio ripensaci...sei tra gli uomini più ricchi del mondo...non ci svendere a questi bru bru....fagli vedere chi sei...lascia ai tuoi figli maggiori...il Milan ai milanesi

    Report

    Rispondi

blog