Cerca

Erba sporca

La tennista avvelenata. Urina di topo, si deve ritirare: quel (terrificante) sospetto

La tennista avvelenata. Urina di topo, si deve ritirare: quel (terrificante) sospetto

Veleno sull'erba di Wimbledon. Un mistero e un'ombra nera si allungano sull'ultima edizione del più affascinante dei tornei dello slam. E quando si parla di veleno le metafore non c'entrano: qualcuno, infatti, avrebbe tentato di avvelenare una terrista. Scotland Yard segue la pista del racket delle scommesse. Sulla vicenda ha alzato il velo il Daily Telegraph: Gabriella Taylor, 18enne britannica, sarebbe stata vittima di un'intossicazione da urina di topo, un veleno per l'organismo umano. La ragazza, stella nascente della racchetta, aveva accusato dolori intestinali durante un match contro la svizzera Rebeka Masarova. Partita comunque vinta dall'inglese. Durante l'incontro successivo, giocato contro l'americana Kayla Day, la Taylor deve però gettare la spugna: i dolori sono troppo forti, tanto da dover essere ricoverata nelle ore successive. La diagnosi è spaventosa: leptospirosi, infezione acuta dovuta al contatto con urina di roditori, causa di emorragie e febbre alta. Il sospetto, terribile, è che qualcuno abbia avvelenato le sue borracce. Un sospetto che stando alle indiscrezioni sarebbe molto concreto, così come la pista seguita dagli investigatori inglesi: quella di un giro di scommesse.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog