Cerca

Il tracollo dell'atleta

"È l'ultima volta in cui ci vediamo...": ore di angoscia per Alex Schwazer

Alex Schwazer

Aveva gli occhi lucidi, Alex Schwazer, quando stava per prendere l'aereo che lo avrebbe portato via da Copacabana. Per la squalifica, certo, per la porcheria con cui gli hanno ammazzato la carriera. Ma non solo. Gli occhi lucidi erano per Sandro Donati, l'uomo che lo aveva fatto rinascere, l'allenatore che, al pari di Alex, forse hanno voluto far fuori. Lo ha guardato, prima di dirigersi verso l'imbarco, e gli ha detto: "Mi sa che è l'ultima volte che ci vediamo...". Una frase che, forse, lascia intendere anche la volontà del marciatore di lasciarsi tutto, tutto, alle spalle e iniziare una nuova vita. "Alex è cresciuto, saprà cosa fare", ha affermato Donati, che ha anche raccontato di come Schwazer, dallo scorso luglio, abbia eliminato gli antidepressivi che prendeva.

Poi l'aereo, l'arrivo a Fiumicino. "Forse prendo il treno", dice Schwazer, in viaggio per tornare a Vipiteno. Da lì, in auto, l'arrivo a Racines, il suo paesino, 4mila abitanti malcontanti. E poi? "Al momento non ho ancora le idee chiare su cosa farò, fino a mercoledì speravo, perché sono innocente. Ho dato tutto per essere qui sperando di gareggiare. Sinceramente non pensavo alla conferma della squalifica. Adesso tornerò a casa e farò i miei dovuti ragionamenti, ma è ancora presto". Il futuro, ora, è tutto da scrivere. E da inventare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    12 Agosto 2016 - 17:05

    Schwarzer bisognava radiarlo la volta scorsa: avrebbe sofferto meno anche lui. Perche' dare la possibilita' a dei bari di andare alle olimpiadi, poi? Bah!

    Report

    Rispondi

  • sideriss

    12 Agosto 2016 - 14:02

    Schwarzer, si rivolga alla giustizia ordinaria e chieda un risarcimento milionario al CONI, alla IAFF e a quelle persone che hanno ritirato il campione incriminato

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    12 Agosto 2016 - 13:01

    Forza Alex...è duro....saprai reagire......A quei bastardi che hanno fatto questa porcata auguro vivamente di morire di stenti loro e le loro famiglie del peggior male che possa esistere.

    Report

    Rispondi

  • ariete84

    12 Agosto 2016 - 13:01

    In fondo è un bravo ragazzo. E' per questo che lo pestano. In Italia funziona così.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog