Cerca

Calciomercato

Juve, finale dolceamaro: Cuadrado sì, Witsel no

Juve, finale dolceamaro: Cuadrado sì, Witsel no

Witsel sfuma nel finale, Maksimovic e Mati Fernandez cambiano casacca al fotofinish, senza dimenticare il ritorno di Cuadrado e la nuova esperienza di Balotelli. L’ultima giornata in Italia di calciomercato, chiusosi ufficialmente alle 23, ha riservato emozioni e sorprese fino al gong finale.

Per la Juventus è una serata agrodolce: i bianconeri, che fino alla giornata di ieri erano vicinissimi a piazzare il doppio colpo Cuadrado-Witsel, hanno dovuto rinunciare al giocatore belga dopo che lo Zenit San Pietroburgo, non essendo riuscito a
trovare un sostituto all’altezza, ha bloccato la trattativa in serata. Witsel potrebbe arrivare comunque a gennaio o la prossima estate, quando andrà in scadenza di contratto, intanto però la Juve dovrà fare ameno per il momento di un centrocampista in
un reparto in cui gli uomini sono contati. Un problema non da poco per Massimiliano Allegri. La Juve può consolarsi in parte per il ritorno di Juan Cuadrado. Dopo un lungo tiro e molla il Chelsea ha dato l’ok per la cessione con un prestito triennale,
fino al giugno 2019, dietro un corrispettivo annuo di 5 milioni di euro. Un prestito oneroso che potrebbe diventare obbligo di riscatto al raggiungimento di determinate obiettivi sportivi. «Grazie a Dio torno a casa mia e insieme ai miei compagni
andremo alla conquista di tutto», ha scritto il colombiano sul proprio profilo Twitter.

Non si tratta di un ritorno ma di un nuovo inizio - almeno è quello che auspicano in Costa Azzurra - per Mario Balotelli, che riparte ufficialmente dal Nizza. Il Liverpool, proprietario del cartellino del giocatore che però non rientrava nei piani
tecnici di Jurgen Klopp, ha ceduto ’Supermariò a titolo gratuito. «Siamo molto lieti di accogliere Mario - ha dichiarato il presidente della società francese Jean-Pierre Rivere - Speriamo che a Nizza, in un ambiente familiare, possa trovare il piacere
di giocare a calcio». Nel frattempo l’attaccante si è calato nella sua nuova realtà postando sul proprio account Instagram una foto accompagnata dalla frase «Ciao Nizza, mi manda Garibaldi», con riferimento all’Eroe dei due mondi, orignario della città
francese.

Sono state chiuse al fotofinish invece le operazioni Maksimovic-Napoli e Mati Fernandez-Milan. Il difensore, a causa di un contrattempo all’aeroporto di Francoforte, è arrivato solo in serata a Roma, dove ha firmato il contratto con la sua nuova squadra ponendo fine alla lunga telenovela iniziata dopo la ’rotturà con il Torino. Il giocatore sbarca all’ombra del Vesuvio a titolo temporaneo con obbligo di riscatto. Percorso inverso invece per Mirko Valdifiori, il regista a lungo richiesto da Sinisa
Mihajlovic. «Quando il nostro allenatore Mihajlovic ci ha rappresentato la necessità di ingaggiare un metodista, capace di gestire i tempi di gioco e di dettare la manovra, il nostro obiettivo è da subito diventato Valdifiori- ha rivelato Urbano Cairo -
Lui è sempre stato la nostra prima scelta, perciò a nome di tutta la Società, con grande piacere, do a Mirko Valdifiori il più cordiale benvenuto al Toro». Anche Vincenzo Montella ha il nuovo regista per il suo Milan: si tratta di Mati Fernandez, preso
dalla Fiorentina in prestito con diritto di riscatto. I rossoneri hanno battuto al fotofinish la concorrenza del Cagliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog