Cerca

Ronaldinho è del Milan

Grande acquisto o rischio flop?

Ronaldinho è del Milan
Alla fine è arrivato. Ci sono voluti ben due anni di corteggiamento per averlo, ora il matrimonio verrà celebrato domani quando raggiungerà la sua nuova squadra a Milanello. Ronaldinho abbandona Barcellona e atterra a Milano, alla corte del Milan che per lui ha speso quasi 20 milioni di euro, 18,5 per la precisione. Lui ne intascherà, come previsto nel contratto triennale, almeno 6,5 a stagione. L’ultima rivale nell’accaparrarsi il talento brasiliano era il Manchester City, alla fine deve aver prevalso anche la destinazione molto più appetibile. “Non abbiamo ancora chiuso, ma nelle prossime ore si saprà qualcosa di più. Mancano solo i dettagli, è una trattativa camplessa perché è il contratto di Ronaldinho ad essere complesso. Comunque c'è la volontà di chiudere”: sono le parole di Rafael Yuste, dirigente del Barcellona, pronunciate tra una trattativa e l’altra in una suite dell’hotel catalano Juan Carlos Primero, con un Galliani fiducioso accompagnato dal procuratore e uomo di fiducia in casa rossonera quando si parla di mercato spagnolo Ernesto Bronzetti.
Prende vita il triangolo brasiliano del Milan, con Kakà e Pato e il nuovo arrivato. Ma se un anno fa Ronaldinho era atteso come manna dal cielo, le cose sono un po’ cambiate nell’ultimo periodo. Non tutti i tifosi milanisti sembrano entusiasti dell’acquisto. Nei forum sportivi che spopolano nel web, c’è chi è al settimo cielo come chi storce il naso perché di certo è un gran talento, ma forse non quello che serviva alla squadra in questo momento.
Nato il 21 marzo del 1980 a Porto Alegre, Ronaldo de Assís Moreira (il vero nome di Ronladinho) ha cominciato la carriera nel Gremio, arrivando fino in prima squadra con la quale ha disputato 35 partite e messo a segno 14 gol. Poi lo sbarco in Francia alla corte del Paris Saint Germani dal 2001 al 2003: 53 match e 17 reti. Da qui prese la via per la Spagna e nel Barcellona, in 5 anni, ha collezionato 149 presenze e 70 marcature, conquistando due campionati e una Champions League. Con la nazionale brasiliana ha giocato 82 volte, 32 le reti e un Mondiale portato a casa, quello di Giappone – Corea 2002.
Secondo voi è l'acquisto con la "a" maiuscola oppure rischia di rivelarsi un flop?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog