Cerca

Un grosso guaio con gli occhi a mandorla

"I documenti dei cinesi sono falsi". Cessione del Milan, un disastro: hanno fregato Berlusconi?

"I documenti dei cinesi sono falsi". Cessione del Milan, un disastro: hanno fregato Berlusconi?

Un caso che rischia di terremotare la cessione del Milan alla cordata cinese. Secondo Bloomberg, la più autorevole agenzia d'informazione finanziaria a livello mondiale, per dimostrare a Fininvest e a Silvio Berlusconi la loro solidità, i cinesi avrebbero presentato documenti bancari falsi.

Immediata la replica del consorzio asiatico, che tramite Community, che ne cura la comunicazione, ha dichiarato: "SinoEurope Sports e Fininvest non confermano i contenuti dell'ennesimo articolo di Bloomberg e proseguono su closing entro il 2016". Una versione confermata - seppur con qualche sfumatura - anche dalla holding della famiglia Berlusconi: "Fininvest non conferma di aver ricevuto le specifiche carte in questione e non intende commentare la vicenda", ha spiegato il gruppo.

La rivelazione di Bloomberg non è un fulmine a ciel sereno: da giorni, infatti, l'agenzia martella con i suoi servizi contro il consorzio cinese, che ha già versato la caparra da 100 milioni a Fininvest per l'acquisto del 99,3% del Milan (entro fine anno è previsto il closing, con il contestuale versamento di altri 420 milioni di euro).

Nel dettaglio, citando fonti anonime, Bloomberg ha pubblicato un articolo nel quale sostiene che i cinesi abbiano presentato dei documenti con in calce il timbro della Bank of Jiangsu Co., che si sarebbero poi rivelati non autentici. Uno dei documenti sarebbe stato stampato alle 16.14 del 25 aprile 2016 ed elencherebbe le attività di conto più recenti: a quella data, la società avrebbe chiuso a quota 852.468,304,56 yuan, 128 milioni di dollari.

Sempre Bloomberg racconta di aver contattato la Bank of Jiangsu per chiarire la vicenda, e l'istituto avrebbe risposto di non aver mai autenticato alcun documento del genere. Da fonti vicine a Fininvest si fa notare poi che di documentazione di quel tipo dalla cordata cinese, in questa trattativa durata quasi un anno ne è arrivata parecchia. Essa peraltro, spiegano, non ha avuto rilevanza ai fini dell'accordo, anche perché la solidità finanziaria degli acquirenti era stata verificata dagli advisor di Fininvest attraverso contatti con operatori finanziari sui mercati cinesi, con banche ed istituzioni, e la conferma di questa solidità arriva dal pagamento, in anticipo rispetto alle scadenze contrattuali, dei 100 milioni di euro di caparra. Sempre fonti vicine a Fininvest ribadiscono quindi che tutte le parti stanno lavorando proficuamente per la chiusura definitiva dell'accordo nei termini previsti, e cioè entro la fine dell'anno.

Infine, la tesi - drastica - di Bloomberg: i cinesi non avrebbero ancora tutti i soldi necessari per il closing nei tempi previsti con Berlusconi. Infatti la cordata starebbe ancora setacciando il mercato alla ricerca di nuovi finanziatori e partner. La caparra di 100 milioni, si ricorda, è stata però versata nei tempi previsti. Inoltre, meno di due giorni fa, la cordata asiatica in un comunicato stampa aveva dichiarato che "si va spediti verso il closing".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • iltrota

    21 Settembre 2016 - 21:09

    Ora i comunisti non mangiano più i bambini .....ma inkulan0 i vecchietti puttanieri....

    Report

    Rispondi

  • marino43

    21 Settembre 2016 - 19:07

    frabelli...frabelli... proprio non ce la fai ad essere una persona normale! Secondo te sarei io il pesciolino che ha abboccato? E tu che lo hai votato cosa sei....sei la solita oloturia.

    Report

    Rispondi

  • Happy1937

    21 Settembre 2016 - 17:05

    Non credo proprio che i cinesi abbiano versato una caparra di 100 milioni per vedersela incamerare a titolo di penale per la mancata esecuzione dell'accordo.

    Report

    Rispondi

  • orione1950

    orione1950

    21 Settembre 2016 - 15:03

    avete notato che l'editoriale di oggi di feltri non compare più? le critiche non sono gradite? avevo già avuto dei dubbi da quando feltri ha sostituito Belpietro; oggi ho avuto la conferma:Libero é diventato filo governativo !!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog