Cerca

Confidenze rossonere

Confalonieri, diktat ai cinesi del Milan: chi non dovete toccare, chi scaricare

Confalonieri: "Sono fiducioso sui nuovi proprietari. Galliani deve rimanere al Milan"

Non capita spesso che Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset, parli di Milan: quando lo fa è sempre interessante. Ecco le sue parole ai microfoni di Milan TV: "C’è un sentimento per il Milan, ma si tratta di malinconia, siamo al tramonto. Silvio Berlusconi ha 80 anni, io ne ho 79 anni, non si può dire che siamo alla primavera della nostra vita. E’ naturale guardarsi indietro e avere malinconia nel pensare ai trionfi come Manchester, ma anche quando si ripensa ad Istanbul, che è stata la peggior sconfitta calcistica della vita”.

Confalonieri ha anche parlato dei nuovi proprietari cinesi, mostrandosi ottimista: “Sono convinto che rilanceranno il Milan, è nel loro interesse e poi questi sono seri, sono bravi. Basta guardare via Paolo Sarpi, è gente lavoratrice che ha successo, ovunque vanno. E’ così in tutte le grandi città del mondo. Ben vengano i cinesi, welcome to Milan”. 

Ma ai cinesi, Confalonieri, rivolge un consiglio che pare quasi un ordine: "Adriano Galliani? Credo sia il dirigente più apprezzato in Europa. Se fosse sul mercato i top club del mondo farebbero carte false per averlo. Spero che nell'organigramma del nuovo Milan ci sia un posto per lui". E se Galliani viene promosso, ecco la bocciatura per Paolo Maldini: "Guai a toccarlo, però non è necessario che ci sia una bandiera nella dirigenza. Non è affatto detto che un campione diventi un bravo dirigente mentre Galliani credo sia il dirigente più apprezzato in Europa". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ernesto1943

    28 Settembre 2016 - 14:02

    se come dite berlusca e i governi di sinistra hanno rubato alla grande capisco perhè confalonieri spinge forza italia a un accordo con renzi.

    Report

    Rispondi

  • Skyler

    28 Settembre 2016 - 09:09

    vero luigin, se mettessimo insieme quello rubato dal berlusca e quello rubato dai governi di sinistra altro che mediaset......

    Report

    Rispondi

  • luigin54

    28 Settembre 2016 - 06:06

    anche lei non è un campione di dirigenza bensì un pupazzetto messo alla scrivania; anche xchè senza i denari rubatici dal BERLUSCA in questi anni non esisterebbe Mediasic.........

    Report

    Rispondi

blog