Cerca

Addio Giochi

Olimpiadi, Malagò si arrende alla Raggi. E ora candida un'altra città italiana

Raggi e Malagò

Il presidente del Coni Giovanni Malagò ha cancellato per sempre la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024. Questa mattina ha annunciato la resa incondizionata, dopo lo stop irremovibile del sindaco di Roma Virginia Raggi. Malagò ha comunicato di aver scritto una lettera al Cio per interrompere il percorso della candidatura, formalmente ancora in piedi.

Malagò non ha nascosto la sua amarezza: "Ho sempre sostenuto che per portare avanti questo progetto servivano tre gambe ma una di queste, secondo me e secondo la stragrande maggoranza degli italiani, per motivi ideologici e demagogici è venuta a mancare quindi sono stato costretto mio malgrado ad interrompere questo percorso ad 11 mesi dal traguardo. Un progetto che sarebbe stato difficile da battere".

E se l'idea di Roma città olimpica è tramontata, sembra risorgere la suggestione di Milano, più volte tirata in ballo negli ultimi tempi come possibile sede olimpica in Italia. Malagò ha chiarito di aver inserito la candidatura di Milano per la sessione Cio del 2019: "Ma per fare ragionamenti sui Giochi - ha aggiunto - dobbiamo prima rimarginare le ferite portate dall’ideologia e dalla demagogia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cane sciolto

    16 Ottobre 2016 - 22:10

    Purtroppo con l'olimpiade ci vogliono molti ma molti soldoni x infrastrutture, ed e li dove casca l'asino dove ci sono le infrastrutture ci sono anche i factotum e dove ci sono i factotum ci sono i polpettoni da incamerare, ed il gioco e fatto! fa se si dovevano mettere le mani in tasca x fare le infrastrutture nessuno si muovevano, azz gli piace vincere facile a certi factotum, iat vinn!!!

    Report

    Rispondi

  • capitanuncino

    13 Ottobre 2016 - 21:09

    La gioca in casa.Nessun problema.Al Pd piace vincere facile.

    Report

    Rispondi

  • scorpio53

    12 Ottobre 2016 - 10:10

    Questo essere abietto, non sa parlare altro che di candidature ma solamente perchè muovono soldi, tanti soldi...milioni di euro!!! il presidente del coni, dovrebbe far crescere lo sport nelle varie discipline, aiutare da un punto di vista politico i movimenti sportivi ma, sia lui che i suoi compagni di merenda (uno tra i tanti Montezemolo) che non sa fare niente, corrono soltanto dietro ai soldi

    Report

    Rispondi

  • Karl Oscar

    11 Ottobre 2016 - 18:06

    Giusta la scelta su Milano,così raddoppiamo il business Expo 2015 ,che bella struttura ormai inutilizzata !! con un albero della vita moribondo, in compenso tante belle costruzioni con tanti appalti e .......

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog