Cerca

Serie A, ottava giornata

Icardi contestato dai suoi tifosi: l'Inter battuta a San Siro dal Cagliari

Tensione e delusione a San Siro. Arriva da Milano il risultato più clamoroso della ottava giornata del campionato di Serie A: al Meazza, infatti, l'Inter è uscita sconfitta per 2-1 dal Cagliari. Una partita preceduta dai fischi della curva nord per Mauro Icardi, che nella sua autobiografia ha raccontato di una vecchia lite coi tifosi. L'attaccante, che ha appena firmato il rinnovo del contratto a 5,5 milioni di euro a stagione, è stato fischiato e fatto oggetto di striscioni come "Togliti la fascia (di capitano, ndr)". Sullo 0-0, forse perchè innervosito dai fischi dei suoi tifosi, Icardi ha sbagliato un rigore al 24' del primo tempo. Nella ripresa, all'11', i nerazzurri sono passati con Joao Mario, per poi essere raggiunti al 26' da Melchiorri e superati al 39' a causa di una papera del portiere Handanovic (autorete).

Un'altra sorpresa si stava per consumare all'Olimpico, dove la Lazio è rimasta sotto di un gol col Bologna per oltre 80 minuti, prima del pareggio su rigore di Immobile addirittura al 53' del secondo tempo. Nelle altre due sfide del pomeriggio, il Sassuolo ha superato 2-1 il Crotone, sempre più ultimo in classifica. Di Sensi (38') e Iemmello (41') nella ripresa le reti con cui i neroverdi hanno rimontato la rete segnata a freddo (2' del pt) da Falcinelli. Genoa-Empoli è finita 0-0.

La classifica della serie A prima della sfida serale Chievo-Milan e quella del lunedì tra Palermo e Torino: Juventus 21 punti; Roma 16; Napoli e Lazio 14; Chievo, Milan e Cagliari 13; Genoa e Sassuolo 12; Torino, Inter e Bologna 11; Atalanta 10; Fiorentina 9; Sampdoria 8; Pescara e Udinese 7; Palermo 6; Empoli 5; Crotone 1.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    16 Ottobre 2016 - 18:06

    Questo cretino di nome Icardi è arrivato a minacciare di portare a Milano 100 delinquenti suoi simili dall'Argentina per far uccidere i tifosi dell'Inter che lo avevano contestato. Questo delinquente non deve assolutamente più giocare nell'Inter. Ed in quanto a De Boer, viste le sue competenze, è bene torni in Olanda immediatamente. E' un bluff incapace ed inutile.

    Report

    Rispondi

blog