Cerca

La confessione

Mancini show alla Luis: "Balotelli è un cazzone, non mi fido dei cinesi dell'Inter"

Mancini show alla Luis: "Balotelli è un cazzone, non mi fido dei cinesi dell'Inter"

Davanti agli studenti della Luiss di Roma è andato in scena un vero e proprio show di  Roberto Mancini che ha parlato di Mario Balotelli: "Mario è un cazzone (ride, ndr). Ha l’età di mio figlio, l’ho fatto debuttare in Serie A quando era giovanissimo. E’ un ragazzo straordinario, bravissimo, giovane e quindi come tutti i giovani alcune volte fa delle sciocchezze. Ha buttato via un po' di anni, spero possa migliorare"

Sul divorzio dall'Inter. "E' stato consensuale. Abbiamo provato ad andare avanti per tutta la preparazione però purtroppo non c’erano più le condizioni per andare avanti in quel momento lì".

Mancini non le manda a dire al calcio italiano: "Cacciare tecnici e fare polemiche è lo sport preferito, ci piace così se no si fa fatica a vendere. Ma bisogna avere calma, anche perché gli allenatori esonerati sono tantissimi e spesso al cambio le cose sono andate peggio perché il tecnico nuovo ha bisogno di conoscere tutto l'ambiente." 

Molti dubbi anche sulla rivoluzione societaria in casa Inter con l'arrivo di Suning. "In Italia la squadra ha bisogno di sentire la presenza della società, sempre vicina in tutti i momenti. Quindi è chiaro che diventa fondamentale, a volte è difficile andare d’accordo fra italiani. Essere un cinese, un indonesiano, un italiano e un inglese è un po’ più complicato e quindi ho dei dubbi. Loro non capiscono quello di cui ha bisogno realmente la squadra, quindi un po’ di difficoltà ci possono essere. E’ chiaro che in un’azienda il risultato arriva a lungo termine, nel calcio il risultato è a breve termine". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog