Cerca

Calciopoli non finisce mai

La Juventus denuncia Tavecchio: vuole 600 milioni dalla Federazione

La juventus denuncia Tavecchio: vuole 600 milioni dalla Federazione

Neanche il tempo di siglare una tregua  che Andrea Agnelli e Carlo Tavecchio, quindi Juventus e Figc, si trovano ancora più che rivali. Ovviamente, visto quanto è successo negli ultimi dieci anni, la ragione è sempre la stessa: Calciopoli, lo scandalo scoppiato nel maggio del 2006 .

Come riporta infatti oggi il ‘Corriera della Sera’, pochi giorni dopo il via libera del presidente juventino al presidente federale, il club campione d’Italia ha deciso di fare appello al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar del Lazio che, il 6 settembre, aveva definito come “infondata e inammissibile” la richiesta di risarcimento avanzata dalla Juve alla Figc. Una richiesta danni di 600 milioni di euro. E anche in questo caso i tempi del procedimento non aiuteranno a riportare velocemente il sereno tra le due parti, considerato che la questione dovrebbe essere discussa nel 2017, a 11 anni dallo scandalo che alla Juve costò la revoca di due scudetti e la retrocessione (con forte penalizzazione) in Serie B.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Anna 17

    Anna 17

    25 Novembre 2016 - 15:03

    Già nel 2006 questi delinquenti dovevano essere radiati, eppure gli hanno consentito di continuare a rubare ed a permettergli di sentirsi superiori alla Federazione Italiana. Sono arroganti presuntuosi ignoranti e mafiosi che dovrebbero sparire per il bene del calcio italiano. Sono una vergogna dello sport italiano. Hanno sempre confuso le competizioni le ruberie.

    Report

    Rispondi

blog