Cerca

Obiettivo finale

Milan, il retroscena che spaventa i tifosi: cosa vogliono fare davvero i cinesi

Milan, il retroscena che spaventa i tifosi: cosa vogliono fare davvero i cinesi

Nel mistero cinese dei nuovi proprietari del Milan c'è un dato che dovrebbe inquietare più di ogni altro i tifosi rossoneri. Non tanto il fatto che ancora siano sconosciuti i nomi, le identità e le disponibilità economiche dei nuovi investitori, quanto il fatto che il loro obiettivo principale sia quello di fare affari milionari. Non in Italia, ma in Cina. E in quest'ottica i risultati sportivi saranno importanti, ma non fondamentali. L'esatto contrario di quello che spera ogni tifoso pensando al proprio presidente.

È il Corriere della Sera a provare fare un po' di chiarezza. Siamo a ridosso del closing (metà novembre? Inizio dicembre?) e le identità degli investitori non sono ancora state svelate. Quel che si sa è che la lista dei "potenziali" investitori si è ridotta drasticamente rispetto alla firma del preliminare: da 11 a 4-5 aziende a spartirsi le quote di proprietà. Unici sicuri Yonghong Li e Han Li, protagonisti del "golpe" estivo che portò alla rottura della prima cordata e all'accordo con Fininvest con preliminare da 100 milioni di euro.

Saranno proprio loro a costituire il "general partner" che darà ordini al prossimo Cda milanista, con l'ad Marco Fassone e il ds Massimiliano Mirabelli bracci operativi. I futuri proprietari "non hanno nessun interesse a venire alla luce", scrive il Corriere della Sera, "perché non comprano il Milan per farsi conoscere". Il loro obiettivo è "avviare una serie di affari redditizi, soprattutto in Cina, sul piano commerciale e non solo" con idea finale di quotarsi in Borsa. Un primo grande progetto c'è: Fassone è stato fotografato nella sede della China State Construction Engineering Corporation, davanti al suggestivo plastico di un nuovo, straordinario centro sportivo. A Milano? No, a Pechino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • anonimus1966

    02 Novembre 2016 - 10:10

    lo penso da tempo:milan ed inter saranno portati,magari gradualmente,in cina!da interista ,ma amante di una tradizione per cui esiste da tempo il campionato di calcio,ormai tradizione(parlo di fine '800)nostra,amo ovviamente vedere l'inter vincere,ma se devo scegliere fra vittoria e proseguimento della tradizione,scelgo questo!percui sono preoccupatissimo!ci ruberanno anche quella,temo!

    Report

    Rispondi

blog