Cerca

Cambio di proprietà

Milan, i soldi cinesi non arrivano. E si studia un piano B

Milan, i soldi cinesi non arrivano. E si studia un piano B

Ma 'sti cinesi, alla fine, arrivano o no? I tifosi del Milan continuano a chiederselo, anche se i buoni risultati della squadra di Montella hanno contribuito a ridurne l'impazienza. La data chiave è tra poco più di un mese: il 13 dicembre. Per quel giorno è fissata in seconda convocazione (e dunque in via definitiva) l'assemblea dei soci.

Non è una data a caso. Come riporta Il Corriere della Sera è anche il termine ultimo per chiudere l'affare. Se entro quel giorno, infatti, non arriveranno i 420 milioni attesi, Fininvest avrà il diritto di incassare i 100 milioni già versati da Sino Europe Investment in occasione della firma del contratto preliminare. Di mezzo c'è il governo cinese, che deve concedere le autorizzazioni allo sblocco degli investimenti. Ora, è ovvio che il consorzio cinese non voglia perdere una cifra considerevole come 100 milioni di euro.

Ma, visto che al 13 dicembre mancano ormai solo tre settimane, si sta preparando un piano B: quello a cui stanno lavorando, sempre secondo il Corriere, Yonghong Li e Li Han, i capofila della cordata cinese nonchè principali investitori con il 25% delle quote della nuova società (il 20% lo avrebbe il fondo dello Stato cinese Haixia, mentre il resto se lo spartirebbero il colosso assicurativo Ping An e un altro investitore ancora sconosciuto).

Ecco la soluzione ipotizzata: se i soldi dalla Cina resteranno bloccati, a metterceli saranno altre banche, probabilmente europee. Pare che sullo stallo della decisione del governo cinese sul via libera all'operazione pare abbia avuto peso la recente decisione del sindaco di Milano Giuseppe Sala di concedere la cittadinanza onoraria al Dalai Lama. Ma chissà che l'incontro di ieri in Sardegna tra Matteo Renzi e il presidente cinese Xi Jinping non abbia sbloccato definitivamente questa situazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog