Cerca

Le prove

F1, Malesia: Vettel ancora in pole. Poi Massa e Alonso

Dal campione del mondo un giro pazzesco sotto la pioggia. Ma le Ferrari fanno paura: secondo il brasiliano e terzo Alonso. McLaren in crisi

In quarta posizione Lewis Hamilton su Mercedes. La Lotus di Raikkonen retrocessa dal settimo al decimo posto in griglia. Frecce d'argento ko
1
Sebastian Vettel

Sebastian Vettel

In quarta posizione Lewis Hamilton su Mercedes. La Lotus di Raikkonen retrocessa dal settimo al decimo posto in griglia. Frecce d'argento ko

Una freccia, Seabstian Vettel: ancora davanti a tutti in Malesia. La sua Red Bull conquista la pole position, proprio come una settimana fa in Australia. Ma le Ferrari fanno paura. Le rosse, infatti, strappano il secondo e il terzo posto. Ancora una volta in prova è più veloce il redivivo Felipe Massa, secondo, e tallonato dall'asturiano Fernando Alonso con l'altra Ferrari. Le rosse danno segnali più che positivi sotto la pioggia che ha dominato la Q3. Vettel si è imposto in pole proprio nei secondi finali della sessione, con il miglior tempo di 1' 49'' 674 centesimi. Un tempo stratosferico: Massa è staccato di oltre 9 decimi, Alonso di più di un secondo. In quarta posizione la Mercedes di Lewis Hamilton, quindi Webber su Red Bull, l'altra Mercedes di Rosebrg, la Lotus di Raikkonen (vincitore in Australia) e Jenson Button su una McLaren in grande difficoltà. Chiudono i primi dieci Adrian Sutil su Force India e quindi la seconda Mercedes guidata dal Messicano Serbio Perez. Raikkonen è stato poi retrocesso al decimo posto sulla griglia di partenza per aver ostacolato la Mercedes di Nico Rsosberg durante le qualifiche. Button scala settimo, Sutil ottavo e Perez nono.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oberland

    25 Marzo 2013 - 11:11

    Peggio non era proprio possibile. Vergogna per l'antisportività della mercedes e doppia vergogna per la scelta scellerata e dilettantisctica della ferrari.Era matematico che l'alettone non avrebbe retto(oltretutto hanno messo a rischio la vita del pilota perché avendo perso direzionalità la monoposto poteva schiantarsi dovunque). E' veramente scandaloso che nessuno paghi mai per tali scelte da dementi. Ancora si ostinano a tenere massa che in partena anziché sfruttare la buona posizione si è preoccupato di stacolare alonso. PATETICI. Mi domando perché continuo a tifare per degli incapaci.

    Report

    Rispondi

media