Cerca

Il 30° turno

Serie A, la Juve batte l'Inter 2-1. Fallaccio Cambiasso: espulso

Bianconeri lanciatissimi verso lo scudetto, Quagliarella e Matri rendono inutile il pari di Palacio. Ko Fiorentina e Roma, vince la Lazio

Serie A, la Juve batte l'Inter 2-1. Fallaccio Cambiasso: espulso

Dura pochi minuti la speranza dell'Inter di battere la Juventus e dare un significato diverso a questo tribolato finale di campionato. A San Siro, nel match clou del 30° turno di Serie A anticipato a sabato per la Pasqua, i bianconeri vincono 2-1 e restano in vetta con 9 punti di vantaggio sul Napoli, vincitore nel posticipo con il Torino in uno straordinario 5-3. Segna subito Quagliarella, poi Buffon dice no a Palacio. Ma è proprio l'argentino, al 9' della ripresa, a fare 1-1. Un'illusione, visto che 6 minuti dopo è Matri a fissare il risultato sul 2-1. Chiusura di gara tra i veleni, per un fallo durissimo di Cambiasso su Giovinco nel recupero. Espulsione sacrosanta dell'arbitro Rizzoli, con rissa sfiorata e mister Conte a trascinare via l'argentino per evitare spiacevoli conseguenze. Nel dopogara, Cambiasso ha chiesto scusa alla Formica atomica


 

 


Il Milan va - Nel primo dei due positicipi, invece, il Milan continua la sua marcia Champions vincendo 1-0 sul campo del ChievoVerona. Decide nel primo tempo Montolivo, che ribatte in rete una respinta imprecisa di Puggioni su punizione dai 25 metri di Balotelli. E proprio SuperMario, protagonista di una settimana d'oro con la maglia dell'Italia (3 gol contro Brasile e Malta) ha ingaggiato con il portiere gialloblu un duello a distanza sui calci piazzati: 8 conclusioni in porta, anche da distanze siderali, e 8 respinte (sempre un po' affannose) di Puggioni. Nella ripresa, il Chievo mette in campo l'orgoglio ma sono i rossoneri a sfiorare il raddoppio prima e dopo l'espulsione per doppia ammonizione di Dainelli. Dodici risultati utili consecutivi per la squadra di Massimiliano Allegri.

Napoli show a Torino - Dura poco però la speranza del Milan di sorpassare il Napoli al secondo posto, perché gli azzurri di Marrazzi vincono nel posticipo 5-3 a Torino nella partita più spettacolare della stagione. I partenopei dominano, passano in vantaggio con l'ex Dzemaili, poi un erroraccio della difesa e una serie di rimpalli permettono a Barreto di pareggiare. Il Napoli reagisce: prima Hamsik sbaglia un calcio di rigore quindi, dopo un minuto nel corso della ripresa, da 2-1. A questo punto è il Toro a reagire: prima rigore per un fallo di mano in area di Cavani, neoentrato, e Jonathas che segna dal dischetto. Pochi minuti e Meggiorini sfrutta un erroraccio di Britos e fa 3-2 dopo aver saltato Rosati. Tutto finito? No, perché manca un quarto d'ora e il Ciuccio si scatena: ancora Dzemaili (tripletta clamorosa, con tre destri potentissimi) impatta subito, poi è proprio il Matador Cavani a decidere il match con una punizione dal limite e un colpo di testa da rapace. Buona Pasqua al campionato.


Serie A, 30° turno, i risultati

Atalanta-Sampdoria 0-0
Cagliari-Fiorentina 2-1 (2 Pinilla; Cuadrado)
Genoa-Siena 2-2 (Borriello, Jankovic; Emeghara, Rosina)
Inter-Juventus 1-2 (Palacio; Quagliarella, Matri)
Lazio-Catania 2-1 (aut. Legrottaglie, Candreva; Izco)
Palermo-Roma 2-0 (Ilicic, Miccoli)
Parma-Pescara 3-0 (Benalouante, Paletta, Amauri)
Udinese-Bologna 0-0
Chievo-Milan ore 0-1 (Montolivo)
Torino-Napoli 3-5 (Barreto, Jonathas, Meggiorini; 3 Dzemaili, 2 Cavani)


Classifica

Juventus 68
Napoli 59
Milan 57
Fiorentina 51
Lazio 50
Roma 47
Inter 47*
Catania 45
Udinese 42
Cagliari 38
Parma 38
Bologna 36
Sampdoria 36*
Chievo 35
Torino 35 (-1)
Atalanta 34 (-2)
Genoa 27
Siena 26 (-6)
Palermo 24
Pescara 21

* una partita in meno

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pier47

    30 Marzo 2013 - 20:08

    Buonasera, da perfetto giornale filomilanista omettete di dire del rigore su Cassano,di dire che Moratti è un ...........perchè rizzoli avrebbe dovuto ricusarlo visto che nelle partite degli ultimi anni ha sempre dato contro all'Inter. saluti

    Report

    Rispondi

  • bettely1313

    30 Marzo 2013 - 17:05

    con la sua cittadella a Trigoria, perché ogni tanto non fa un pellegrinaggio alla Madonna del Divino amore, un tiro di schioppo dalla suddetta, sarebbe molto più fortunata. Vedasi oggi per es. con una benedizione a doc la porta l'avrebbe indovinata.

    Report

    Rispondi

blog