Cerca

Il recupero

Seria A, doppio Palacio: Inter batte Samp 2-0

I nerazzurri a Marassi fanno bottino pieno: ora sono a sette punti dal Milan e dalla zona Champions

Rodrigo Palacio

Rodrigo Palacio

 

Una doppietta di Rodrigo Palacio permette all’Inter di vincere 2-0 a Marassi contro la Sampdoria e risalire in classifica riavvicinarsi alla zona Champions. Con questi tre punti la squadra di Stramaccioni sale a 50 punti a -7 dal Milan terzo, mentre la Samp resta ferma a 36 punti. Protagonista assoluto della gara Palacio giunto a 22 gol in stagione, 12 in campionato con la doppietta di oggi.

Le formazioni - Nonostante la botta rimediata contro la Juventus, Stramaccioni schiera regolarmente in campo Cassano, rimpianto, temuto e fischiato dai suoi ex tifosi. Così come è sceso in campo Icardi tra i doriani, contro quella che potrebbe essere la sua prossima squadra. Fuori Eder per squalifica e Costa squalificato, Sansone affianca l’argentino in attacco. Tra i nerazzurri Zanetti a centrocampo con l’inserimento di Jonathan; Juan Jesus e Ranocchia coppia centrale di difesa, mentre Guarin trequartista dietro a Cassano e Palacio, con Kovacic in cabina di regia.

Assist Pereira - Dopo appena 49 secondi Samp pericolosa, cross di De Silvestri per Sansone, centrale il suo colpo di testa, bloccato da Handanovic. Al 3' la risposta dell’Inter, Guarin lancia Palacio, Romero in uscita bassa riesce a toccare il pallone e costringere l’avversario a decentrarsi, l’argentino si accentra e prova la conclusione a rete, ma  è ancora bravo Romero a deviare in corner. Al 13' Cassano cerca Palacio in verticale, l’argentino ci prova con un sinistro a incrociare, da posizione defilata, con la palla che finisce sul fondo. La squadra di Delio Rossi risponde con Sansone che serve Icardi, colpo di testa in girata dell’argentino che Handanovic devia in angolo. Il portiere nerazzurro si supera poi sul sinistro da lontano di Krsticic. Nel finale di tempo però l’Inter va a segno. Al 43' discesa di Pereira sulla sinistra, cross per il perfetto   inserimento centrale di Palacio, Romero tocca il colpo di testa del connazionale ma la sfera si insacca in rete.

Gara chiusa - Ad inizio ripresa la Samp ci prova subito prima con Palombo su punizione, poco preciso, e poi con Sansone che calcia di forza verso il palo lungo ma Handanovic si allunga a deviare il sinistro dell’ex torinista. Dopo la sfuriata doriana, Stramaccioni cambia e passa alla difesa a tre, inserendo Silvestre per Jonathan. Mentre Rossi risponde inserendo Maxi Lopez per Sansone. La Samp spinge ma non punge e l’Inter è pronta a rispondere in contropiede. Al 38' e al 40' ci prova Maxi Lopez ma Handanovic è pronto in entrambe le occasioni. Al 47' è Poli l’ultimo ad arrendersi, ma la conclusione è bloccata a terra dal portiere dell’Inter. Sul capovolgimento di fronte i nerazzurri chiudono la gara, ancora con Palacio. Fuga in contropiede dell’argentino che supera Palombo in velocità, elude il rientro di Obiang e batte facilmente Romero per il 2-0 finale.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog