Cerca

La coppa

Champions, Real Madrid: tre gol al Galatasary

Trionfo di Mourinho al Santiago Bernabeu: super Cristiano Ronaldo. Non c'è scampo per Fatih Terim

Champions, Real Madrid: tre gol al Galatasary

Gli uomini di Mourinho asfaltano i turchi del Galatasaray nell'andata dei quarti di finale di Champions League. Il Real Madrid chiude il match, e apre la porta alle semifinali, con un secco 3 a 0. Il Santiago Bernabeu si esalta con le giocate di Cristiano Ronaldo e compagni che già al nono minuto portano in vantaggio il club segnando la prima rete proprio con il portghese (9° gol europeo stagionale), seguito a ruota da Karim Benzema al 29' e dall'argentino Gonzalo Higuain che nel finale regala la possibilità concreta del passaggio di turno. Mourinho gioca con lo schieramento titolare lasciando fuori solo Arbeloa e inserendo al suo posto Essien, schierato però da terzino destro. Al centro della difesa i soliti noti Varane e Sergio Ramos, con Coentrao anteposto ancora a Marcelo. In fase d'attacco Benzema con Ronaldo, Ozil e Di Maria a tenergli compagnia. 

Non c'è gara per Fatih Terim e per i suoi giocatori che non riescono a siglare neanche il gol della bandiera nonostante una disposizione in campo da "battaglia". Il 4-3-1-2 turco non può niente contro il formidabile undici spagnolo. Il tanto atteso ex del match, Sneijder,non sorprende. L'olandese appare appannato, fuori forma, lento e irriconoscibile: solo l'ombra del giocatore che tanto si era fatto amare dai tifosi neroazzurri. Terim lo schiera dietro alle due punte Drogba e Yilmaz ma i tre non si rendono abbastanza pericolosi sotto rete o almeno non riescono a concretizzare. Sneijder viene sostituito a fine primo tempo dal difensore centrale Zan e mentre il modulo muta in un 4-4-2 il Real dà la stoccata finale con il gol di testa di Higuain su un splendida punzione dello straordinario Xabi Alonso.

Non mancano però gli episodi da polemica. Il più evidente è l'ammonizione per simulazione data a Yilmaz, 77', che in realtà subisce un pestone ad opera di Sergio Ramos in area. Il Gala perde dunque il rigore della speranza e oltre alla penalizzazione dovrà, nella gara di ritorno, fare a meno proprio del capocannoniere che era già diffidato. Due ammonizioni anche per Xabi Alonso (per proteste) e per Sergio Ramos che calcia la palla a gioco fermo. Anche i due madrileni salteranno il ritorno in Turchia. Arbitro severo o calcoli premeditati in vista di una, sempre più vicina, semifinale?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog