Cerca

Casta da stadio

A Roma il primo derby
senza politici a scrocco

Nessuna richiesta di tagliandi al Coni dopo lo stop annunciato giorni fa dal neopresidente Malagò. Ci sarà il solo Alemanno in qualità di sindaco della città

A Roma il primo derby
senza politici a scrocco

Per la prima volta da tempo immemorabile, domani non ci saranno politici in tribuna autorità allo stadio Olimpico per un derby romano. La decisione di non rinnovare a deputati e senatori le tessere di favore in tutti gli impianti sportivi d'Italia, presa dal neo presidente del Coni, Giovanni Malago', registra infatti il primo effetto significativo: per Roma-Lazio, posticipo del lunedi' della trentunesima giornata di campionato, non sono previsti parlamentari tra gli spettatori " a scrocco" della tribuna vip gestita dall'ente che governa lo sport italiano.

Domani con Malago' ci saranno numerosi presidenti di federazione (Rizzoli, Sciannimanico, Barelli, Di Rocco e Rava' tra gli altri), il ct azzurro Cesare Prandelli, l'olimpionica nonche' membro di giunta Coni Alessandra Sensini e il membro Cio Mario Pescante, oltre ai rappresentanti di alcune authority di governo. In rappresentanza delle istituzioni il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il questore, Fulvio Della Rocca, il presidente del consiglio comunale, Marco Pomarici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • quidam60

    08 Aprile 2013 - 12:12

    Non credo che questa decisione durerà a lungo, Malagò si adeguerà allo "status" italiano che vige dalla notte dei tempi. Non parliamo, comunque, di soli politici, ma anche di tutti gli altri PORTOGHESI che s'imbucano, a ufo, per usufruire di questo o quello spettacolo. Ieri sera, ho visto in tv, di fianco a Moratti a San Siro, siedeva il Sig. Mario Orfeo, ex direttore del Messaggero: con quale biglietto é entrato allo sdadio? Indovinate un pò.

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    07 Aprile 2013 - 23:11

    Finalmente non vediamo più quella sfilata di auto blù allo stadio. Un enorme risparmio sulle auto e il personale predisposto, una presenza in meno allo stadio di "cafoni" dello sport. Ora vediamo i veri sportivi, quelli che allo stadio ci sarebbero andati in tutti i casi. Certamente non i nostri politici. Ora che si deve pagare dove sono finiti? POLITICI FATE SCHIFO !!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    07 Aprile 2013 - 19:07

    piuttosto che pagare il biglietto rinunciano alla partita.è chiaro a tutti che andavano solo ed esclusivamente per il gusto di scoccare(il loro sport preferito)comunque tranquilli che dura poco l'anno prossimo i miserabili tornano alla carica.

    Report

    Rispondi

blog