Cerca

Ancelotti è del Chelsea

"Voglio la Champions"

Ancelotti è del Chelsea
È fatta. Carlo Ancelotti è ufficialmente il nuovo allenatore del Chelsea. Dopo "otto anni stupendi", come lui stesso ha dichiarato, Carletto lascia la panchina rossonera. E lo fa da trionfatore. Dopo aver vinto ieri contro la Fiorentina e aver portato il Milan in Champions. Che ormai Ancelotti sia dei Blues lo annuncia lo stesso club inglese attraverso il suo sito internet. La società di Stamford Bridge - scrive oggi il Times - avrebbe voluto annunciare l'ormai ex tecnico rossonero già ieri sera, una volta confermato il divorzio con il Milan. Ma è stato il tecnico italiano a chiedere di attendere ancora qualchje ora, per rispetto nei confronti della società di via Turati che questa mattina presenta il suo nuovo allenatore, Leonardo. Ancelotti succedere a Guus Hiddink. Già definiti i termini del suo contratto: tre anni da oltre sette milioni di euro a stagione, che lo rendono il tecnico più pagato nella storia della Premier League, a conferma di quanto intensamente Roman Abramovich abbia inseguito questa soluzione. La presentazione è prevista entro la fine della settimana, e già dal primo luglio Ancelotti inizierà la sua nuova avventura inglese.

Carlo Ancelotti parte alla grande, motivato più che mai. Considerato dai Blues "l'allenatore ideale", ha già fissato un traguardo importante per la prossima stagione: "Voglio vincere la Champions anche con il Chelsea", ha annunciato in inglese, durante un'intervista alla tv ufficiale del clun inglese. "Il Milan è stata una grandissima esperienza con una grandissima squadra, ho vinto tanto in otto anni. Ma ora credo sia il momento di cambiare. E il Chelsea per me è una grande opportunità per fare una nuova esperienza. Questa è la mia prima intervista in inglese e non è facile. Ho voglia di imparare e di migliorare. Avrò tempo per farlo. Quando comincerà la stagione spero di parlarlo bene, perchè è importante parlare con la squadra e lo staff. Voglio ancora ringraziare il Milan, sono stato davvero bene in questi otto anni da allenatore oltre che negli anni da giocatore. Ma è il momento giusto per una nuova avventura e metterò tutto me stesso per il Chelsea. C'è la stessa pressione qui, è una grande squadra europea, e si vuole vincere tutto anche qui. La Champions è la miglior competizione del mondo. Il Chelsea ha un gran record: cinque semifinali in sei anni. Ma ora dobbiamo vincere. Almeno spero di farlo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog