Cerca

Allenatori e mercato

Mourinho verso il Chelsea: "Andrò dove mi amano" Ma spunta la clausula rescissoria da 12mln

Dopo l'eliminazione in Champions con il Real, lo Special One sarebbe pronto a fare la valigia: destinazione, Londra

Josè Mourinho

Josè Mourinho

Lo Special One inizia a fare la valigia. Dopo che la remuntada non è riusciuta e il suo Real Madrid è stato sbattuto fuori dalla Champions League dai tedeschi del Borussia Dortmund, adesso Mourinho pensa già ad altri lidi. Non è certo infatti che il tecnico siederà nuovamente sulla panchina dei galattici, anzi secondo alcune indiscrezioni, che Mou si guarda bene dallo smentire, starebbe già organizzando il mercato estivo per il Chelsea. "Deciderò il mio futuro dopo la finale di Coppa del Re e lo farò con il presidente Perez - ha dichiarato l'allenatore - Farò quello che è meglio per me". Poi ha ironicamente aggiunto, riferendosi a Guardiola: "Non farò certo un anno sabbatico". Mourinho dunque lascia intendere che ben presto potrebbe lasciare la camiseta blanca per "vestire" la casacca dei blues.

Non è amato -
La verità è che lo Special One non si sente poi così tanto speciale a Madrid - abituato com'era ad essere idolatrato dai tifosi nerazzurri - dove ha litigato un po' con tutti: dirigenza, spogliatoio e giornalisti. "Voglio pensare solo al finale di stagione, non voglio parlare del futuro - ha chiosato Mourinho durante la conferenza stampa post partita - Mi piace restare in un club dove la gente mi vuole senza nessun dubbio, dove ho appoggio incondizionato, da parte di tutte le componenti".

"Coprimi di soldi" - Il tecnico portoghese quindi sarebbe pronto a dare l'addio alla Spagna e a far ritorno in Inghilterra: "Non è importante il mio futuro, è importante il Real Madrid, molto più importante di me. Di me non dovete preoccuparvi, sono abbastanza grande - e poi aggiunge lasciando intravedere una nota nostalgica - posso camminare da solo". Tuttavia, a parte il dichiarato amore, i problemi per un eventuale trasferimento di Mou non sono nulli: in primis la maxi cifra che Roman Abramovic, patron del Chelsea, dovrebbe sborsare per riavere il figliol prodigo tra le mura domestiche. Il contratto di Mourinho con il Real infatti durerebbe fino al 2016 e la clausula rescissoria ammonta a 12 milioni di euro. In secondo luogo, peculiarità dello Special One è il controllo assoluto del club che allena mentre a Londra dovrebbe sottostare alla direzione del dt Michael Emenalo, operatore di mercato. Secondo il quotidiano Mirror ci sarebbero già state delle trattative tra l'allenatore e il club ma Benitez, attuale manager "ad interim" dei Blues, ha così commentato i rumors: "Non sono affari miei, io mi devo concentrare sul mio compito. Ognuno ha il suo stile e il mio è pensare alla prossima partita". Fatto sta che a Londra Mourinho è ancora un idolo sia per i tifosi che per i media britannici. Suonano quindi profetiche le sue parole: "Andrò dove mi amano".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog