Cerca

Ferrari

Marchionne duro contro Raikkonen: "Sembrava avesse altro da fare. È ora di farci due chiacchiere"

10 Aprile 2017

6
Vettel:  "Il mio contratto? Non è una priorità"

Dietro lo sfarzo e la gioia in casa Ferrari per il risultato di Sebastian Vettel nel GP di Shangai, si nasconde un velato malcontento nei confronti di Kimi Raikkonen. Il pilota finlandese ha concluso la corsa in quinta posizione, alle spalle delle due Red Bull che hanno dato parecchio filo da torcere alla rincorsa della Ferrari verso la prima posizione occupata da Lewis Hamilton.

"Oggi forse è mancato Raikkonen. Mi pare avesse altri impegni, era impegnato a fare qualcos'altro, non ho capito. Forse Kimi era stanco. Oggi ovviamente non era al massimo delle sue capacità e lo abbiamo visto". Queste le parole di Sergio Marchionne, presidente della Ferrari, al termine del match: l'atteggiamento svogliato di Raikkonen e il presunto blocco su Vettel durante il GP non sono piaciuti al team di Maranello che adesso valuta la posizione del pilota. "Ne ho parlato con Maurizio Arrivabene, forse è ora che si siedano e facciano una discussione". E anche il team principal la pensa alla stessa maniera: "Oggi parlava troppo, quando non parla invece guida".

Secondo Marchionne quando si è creata la catena delle due Red Bull e delle due Ferrari Raikkonen non avrebbe dato il massimo, rallentando di molto Vettel che, quando si è liberato, è andato avanti in maniera molto più aggressiva, raggiungendo la seconda posizione. In ogni caso nessun ordine di scuderia ("Dare l'ordine a Raikkonen di far passare Vettel non era la cosa giusta da fare e non credo sia stato pensato, non c'erano le condizioni") e nessuna gerarchia ufficiale all'interno del box, anche se qualche preferenza già sembra trasparire.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • wilegio

    wilegio

    11 Aprile 2017 - 01:01

    Francamente, il motivo per cui è stato rinnovato il contratto a Raikkonen sfugge ai più.

    Report

    Rispondi

  • wilegio

    wilegio

    11 Aprile 2017 - 01:01

    Hernando ha ragione. Ricordo che, dopo un campionato perso dalla Ferrari perché il secondo pilota aveva voluto a tutti i costi vincere un gp, il Drake, nella consueta conferenza stampa di fine anno, disse molto chiaramente che quel pilota correva per sè, cosa del tutto legittima, ma che non lo avrebbe più fatto con la scuderia Ferrari. Come dire. io ti pago e gli ordini te li do io.

    Report

    Rispondi

  • er sola

    10 Aprile 2017 - 22:10

    Ringraziate che ne avete vinta una. Vi resterà il ricordo.

    Report

    Rispondi

    • laura5161

      11 Aprile 2017 - 07:07

      Ti piacerebbe eh? Ma forse rimani deluso

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

media