Cerca

Scudetto bianconero

Juve tricolore, tutto il campionato minuto per minuto

di Marta Macchi
La Vecchia Signora china il capo ma solo per farsi incoronare regina d'Italia per la seconda volta consecutiva. La Juventus conquista il tricolore e porta a casa l'ennesimo scudetto da cucire sul petto proprio in data 5 maggio, 11 anni dopo l'incredibile finale di stagione del 2002. Vittoria casalinga (ottava consecutiva) per gli juventini che battono, in un match senza troppa gloria, le maglie rosa del Palermo grazie a un rigore trasformato da Vidal al 59esimo.
Che siano 29, 30 o 31 - numero caro ai tifosi bianconeri - gli uomini di mister Conte salgono sul gradino più alto del podio, lasciando i più vicini inseguitori partenopei a meno 14 ( con una partita ancora da giocare tra Napoli e Inter). Un campionato sempre in vetta alla classifica giocato ai massimi livelli - nonostante il duplice impegno in Champions League che secondo gli scettici avrebbe rallentato la corsa al titolo -e senza alcun rivale che potesse davvero impensierire il club torinese. Se è vero che i giocatori bianconeri hanno dovuto combattere contro un fato ostile sin dall'incipit di questa competizione - primo anno senza il capitano emerito Del Piero, la squalifica di sei mesi del tecnico Antonio Conte (con conseguente turnover di allenatori in panchina) e i vari infortuni importanti come quello dell'ala Pepe - è importante sottolineare anche come il livello agonistico della massima serie calcistica abbia subito un forte ridimensionamento.
Un mercato estivo che ha raso al suolo lo spogliatoio milanista con conseguente partenza rallentata, altalenanti prestazioni da parte dei neroazzurri e un Napoli che - seppur grandioso - non ha retto alla pressione e all'aria rarefatta che si respira in vetta. Poco da fare quindi per la Juventus, squadra più titolata d'Italia, se non mantenere le aspettative vincendo il massimo trofeo nazionale con tre giornate di anticipo. Dall'Olimpo del calcio giocatori, dirigenza e tifosi ringraziano e festeggiano alzando al cielo la coppa dei vincenti e mostrando allo stivale il tricolore. In fin dei conti questa Vecchia Signora non si è mai sentita così giovane... La Juventus è campione d'Italia, per l'ennesima volta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog