Cerca

La sorpresa

Champions, occhio al Monaco: la squadra più giovane e più bella, Mbappè è l'anti-Juve

0
Champions, occhio al Monaco: la squadra più giovane e più bella, Mbappè è l'anti-Juve

Venticinque anni: l'età media di questo principesco Monaco è un biglietto da visita da prendere con le molle. Perché se è vero che nessuno dei giocatori di Jardim (e neanche lui) ha mai pestato l' erba di una semifinale Champions, è altrettanto lampante che arriveranno alla partita della vita con la sfrontatezza di chi ormai ha solo da guadagnare e, vista la carta d'identità, anche il tempo di rifarsi.

D'accordo, la pressione sarà a livelli oceanici, ma gente che ha ridicolizzato il City e preso due volte a pallate il Dortmund ci sembra vaccinata e pericolosa. Mbappé, 18 anni, nuovo Roi Midas (5 gol nelle quattro gare a eliminazione); Falcao, 31 anni, il Tigre colombiano totem, capitano e riferimento (45 reti in 50 partite di coppe: incredibile); Bernardo Silva, 22 anni, il fosforo; Lemar, 21, la dinamite; Mendy, 22, la kriptonite. Questi sono i lustrini, gli uomini che faranno mercato; dietro, c'è uno scheletro di gente che corre in maniera intelligente, altri che menano come il nostro Raggi e l'ex leader del Toro Glik, altri che "insegnano", come il portiere di riserva Morgan De Sanctis, 40 anni. Mescolato, tutto questo dà vita alla squadra che gioca il più bel calcio di questa Champions, fatto di fulminanti contropiedi ma anche sagace gestione quando c'è da tener palla. Grande incognita sarà la tenuta fisica, loro che sono in corsa per Ligue1, Coppa di Francia e arrivano addirittura dai pre-play off di luglio: 54 partite giocate finora. Forse la difesa è il reparto meno pregiato (16 gol subiti, la peggiore delle quattro) ma allo Stade Louis II su 7 partite ne ha vinte 6 e pareggiata una. Per brindare a champagne Jardim vuole (e può) aspettare fino a Cardiff. 

di Tommaso Lorenzini

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media