Cerca

Storico addio

Manchester, Ferguson lascia i red devils
Ed è già toto-mister

Dopo 26 anni il tecnico va in pensione: in estate subirà un intervento. In pole per la successione Moyes

Alex Ferguson

Tutto vero, tutto confermato: "Sir Alex" va in pensione. Il manager scozzese, che dal 1986 guida il Manchester United, lascerà i "red devils" e il calcio dopo l’ultima gara di campionato in programma il 19 maggio contro il West Bromwich. Il sito internet del club dell’Old Trafford ha confermato le indiscrezioni delle ultime ore, scrivendo che "il manager di maggior successo nella storia del calcio inglese" ha deciso di lasciare. "La decisione di Ferguson di andare in pensione è stata ponderata a lungo e non è stata presa alla leggera, ma questo è il momento giusto", il commento di "Sir Alex" sul sito del club. "E' importante per me lasciare il Manchester United nelle migliori condizioni possibili e credo di aver centrato l’obiettivo. La qualità della rosa che ha vinto il campionato e l’età media della squadra fanno ben sperare per un ManUtd ai massimi livelli nei prossimi anni. Il nostro settore giovanile è tra i migliori e casa nostra, l’Old Trafford, è giustamente considerato uno dei luoghi più prestigiosi nel mondo".

La famiglia e i tifosi  Il manager scozzese lascia la panchina ma non il Manchester United, farà il dirigente e l’ambasciatore del club: "Ne sono lieto e non vedo l’ora, ma ora devo ringraziare la mia famiglia, l’amore e il sostegno che mi hanno dato è stato fondamentale per me e mia moglie Cathy è stata la figura chiave di tutta la mia carriera". Il manager  scozzese  ringrazia la sua famiglia: "devo rendere omaggio alla mia  famiglia, il loro amore e il loro sostegno è stato fondamentale. Mia   moglie Cathy è stata la figura chiave di tutta la mia carriera,   fornendo stabilità e incoraggiamento. Le parole non bastano per   esprimere ciò che questo ha significato per me".   Poi un ringraziamento ai tifosi: "L'appoggio che ha   fornito il pubblico nel corso degli anni è stato veramente   incredibile. E’ stato un onore e un grande privilegio aver avuto   l'opportunità di guidare questa squadra ed ho apprezzato tutto il   tempo passato come manager del Manchester United".  Il   tecnico subirà un’operazione all’anca già programmata durante   l'estate ed i bookmakers hanno già dato come favorito alla sua   successione, il tecnico dell’Everton, David Moyes.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog