Cerca

Azzurri in campo

Prandelli, presunta bestemmia al gol di De-Rossi

Dopo la rete al Giappone, il mister si lascia andare. Giallo sul termine usato in panchina. Ma tutti scoppiano a ridere

Cesare Prandelli

Cesare Prandelli

Quando si è seduti su una delle panchine più importanti del mondo la tensione può essere tanta. E a Cesare Prandelli, condottiero degli azzurri impegnati nella Confederations Cup, si può perdonare qualche grido di troppo e quella tensione che, in gara, ti permette persino di restar concentrato. Questa volta però il ct azzurro pare abbia davvero esagerato. I suoi conquistano la semifinale contro un Giappone in grande spolvero ribaltando l'iniziale 2 a 0 (finisce 4 a 3). Prandelli fremita, scalpita e sulla prima rete di De Rossi, le immagini paiono inequivocabili, fa partire il bestemmione. Almeno pare. In realtà sull'imprecazione urlata dal mister si apre il giallo: "Dio" o "zio"? Il labiale è poco chiaro. Lui però a fine match smentisce: "Non ricordo di preciso cosa ho detto, avrò esultato. Di sicuro non ho pronunicato la parola Dio, non lo faccio mai. In questi casi al massimo dico zio..." La reazione dei nazionali seduti in panchina però sembra contraddire l'allenatore, che per inciso è cattolico: lui esulta, alza il braccio al cielo, urla e tutti scoppiano a ridere. Forse - ammesso e non concesso che abbia bestemmiato - Cesare dovrebbe andare a ripetizioni di bon ton da Mario Balotelli che sì, ogni tanto si concede qualche sfuriata di troppo (con proteste annesse), ma che di bestemmie ancora non ce ne ha "regalate"...

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • afadri

    04 Marzo 2014 - 17:05

    a me sembrano pretesti inutili. Prandelli è un signore educato, pacato e sempre corretto e faccio fatica a credere quello che si vuole fare passare ...per una bestemmia. Piuttosto visto che da giorni impazza la vertenza con Conte . Diciamo la verità tra i due non c'è paragone. Prandelli sempre molto educato, Conte irascibile, agitato. Il classico terrone che si è montato la testa....

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    20 Giugno 2013 - 18:06

    hai ragione. ormai oggi basta una scoreggia e la fanno sntire in tutto il mondo.... che ce ne frega che cazzo ha detto Prandelli. a me come uomo piace, come allenatore e' in gamba, se vuol bestemmiare cavoli suoi, mica l'ha fatto al microfono. vorrei vedere chi sotto le telecamere tutto il giorno quasi tutti i giorni noon viene beccato con un gesto, una parola di troppo. e che cazzo, un po' di libeta' di poter fare e dire che cazzo gli pare potra' averla no ?? la "notiziona" poteva essere tranquillamente ignorata. e confermo quel che dice piero. andate a cagare.

    Report

    Rispondi

  • antonioarezzo

    20 Giugno 2013 - 18:06

    dai zio porco.....

    Report

    Rispondi

  • berserker2

    20 Giugno 2013 - 18:06

    Il mister o bestemmiatore (forse) o che odia lo zio..... che dice a proposito dei milioni buttati al cesso per questa trasferta? Lui che è sempre attento agli ordini di chi sa stare al mondo. E' possibile sapere in questa confederation cup in brasile chi è che paga viaggio e alloggio super lussuoso a mogli, figli, fidanzate amanti e zoccole varie dei calciatori della nazionale? Già è fastidioso e indecoroso vedere la delegazione al seguito (una volta c'era allenatore, un paio di massaggiatori e basta) adesso è pieno di addetti stampa, vari medici (non ne basta ovviamente uno) vice di tutto e figuri vari, tutti pagati da noi e a spese nostre che da anni vediamo fingere di avere un ruolo in panchina. Ovviamente la federazione è pure ben rappresentata e se niente niente la squadra arriva almeno in semifinale ci dovremo pure sorbire politici e ministrorsi vari che sempre a spese nostre si faranno vedere in tribuna d'onore (tanto un bel viaggetto aggratis in brasile fa sempre piacere).

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog