Cerca

C'è la firma

Inter, accordo con Deutsche Bank

Berlino non sgancia un euro a Strasburgo e Bruxelles? La piccola vendetta la servono i nerazzurri: il teutonico colosso diventa top sponsor

Massimo Moratti

Massimo Moratti

Una pioggia di euro nelle casse dell'Inter. Soldi tedeschi. Il club di Massimo Moratti ha infatti ufficializzato l'accordo con Deutsche Bank, il colosso tedesco, che diventerà il top sponsor della squadra. Con un pizzico d'Italico orgoglio, vien da dire che Moratti frega Angela Merkel: la Cancelliera, infatti, sarà turbata dall'idea che la Germania dia soldi all'Italia. E se a Bruxelles o Strasburgo è impossibile che Berlino "sganci" qualcosa, ecco che il miracolo si realizza in territorio calcistico.

La banca - Deutsche Bank, presente in Italia dal 1977, nel Belpaese ha 4mila dipendenti ed oltre 600 punti vendita, con i quali - spiega l'Inter - verranno studiate sinergie per la vendita di biglietti e abbonamenti. A livello globale l'istituto tedesco ha 100mila dipendenti in 70 paesi. La banca, però, non finirà sulle divise dei nerazzurri: il main sponsor, infatti, resta Pirelli.

"Siamo orgogliosi" - Il dg nerazzurro, Marco Fassone, dopo l'accordo ha dichiarato soddisfatto: "Si tratta di un partner di sicura affidabilità, con cui possiamo condividere strategie rivolte ai nostri tifosi. L'interesse nei confronti dell'Inter e della sua nuova politica commerciale, e il conseguente arrivo di Deutsche Bank, è un attestato di stima di cui siamo grati ed orgogliosi. Siamo l'unico club del calcio italiano ad avere come Official Bank un partner molto conosciuto a livello internazionale, ma anche estremamente attivo in Italia dal 1977".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Joachim

    03 Luglio 2013 - 09:09

    Ma di chefregatura si parla...sono solo soldi Italiani che vanno all'Inter..ovvero i soldi che Dbank ramassa sul mercato Italiano... Giornalisti solo visionari senza realtà

    Report

    Rispondi

  • caiogracco

    02 Luglio 2013 - 16:04

    Ma la Deutsche Bank non era quella che aveva inondato il mercato con i nostri titoli pubblici, per ordine della Merkel, con lo scopo di aumentare il nostro spread ? E ora, disobbedendo alla Merkel (che ci odia), sta cambiando politica ed investe proprio in Italia? Forse c’e’ qualcosa che non va: probabilmente la Deutsche Bank e’ una banca privata che non prende ordini dal Governo ma opera nell’ interesse suoi azionisti, alla faccia delle strampalate teorie di Brunetta, architettate solo per confondere i babbei.

    Report

    Rispondi

blog