Cerca

Addio amaro

Lavezzi: indagato per ricettazione dalla procura di Napoli

Circa un anno fa El Pocho sarebbe stato fermato dalla Dogana per un controllo. Tra gli indumenti, venne trovata statuetta romana

 Lavezzi: indagato per ricettazione dalla procura di Napoli

Non c'è pace per Ezequiel Lavezzi. Abbandonato il  Napoli per il Psg, la città partenopea pare non essersi dimenticata di lui. E non parliamo dei tifosi. El Pocho Lavezzi sarebbe infatti indagato per ricettazione dalla procura partenopea. Un anno fa l'ex-attaccante del Napoli è stato fermato alla Dogana di Napoli per un controllo. Tra gli indumenti, una statuetta romana di Pompei, un prezioso reperto archeologico ora posto sotto sequestro. Alla richiesta di spiegazioni degli agenti della dogana, Lavezzi avrebbe detto che la statuetta era un regalo, un dono fattogli da una conoscente. a voler vederci chiaro, ora, è la procura di Napoli. Un'altra tegola, insomma, per Lavezzi, che risulta coinvolto in un'altra inchiesta, quella sui contratti tra club, procuratori e calciatori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • petergreci

    10 Luglio 2013 - 13:01

    Opere d'arte, reperti archeologici: nessuna pietà contro chi sottrae illecitamente beni dello Stato. Ovviamente, manette a vita chi ruba lo Stato o commette reati contro lo Stato come per esempio la corruzione di un giudice..

    Report

    Rispondi

blog