Cerca

Sugli spalti

Inter, cori razzisti: curva chiusa per un turno

La decisione del giudice sportivo dopo il match con la Juve: niente ultras con la Fiorentina

Inter, cori razzisti: curva chiusa per un turno

Curva chiusa per un turno. E' questa la decisione del giudice sportivo per punire la curva interista colpevole di aver intonato cori razzisti. Contro la Fiorentina, dunque, niente pubblico nel "secondo anello verde" della curva nord, a San Siro. "Al 15' del primo tempo, al 10' e al 15' del secondo tempo" - spiega il giudice sportivo - sono partiti "grida e cori espressivi di discriminazione razziale" nei confronti di due giocatori della Juventus, il terzino Asamoah e il centrocampista Pogba.  Inoltre, il Giudice ha rilevato, "nel corso della partita, l'uso di un raggio-laser indirizzato reiteratamente verso l'arbitro e i calciatori della squadra avversaria, nonostante l'invito ripetutamente radio-diffuso a desistere da tale riprovevole comportamento". L'organo di giustizia sportiva non ha tuttavia calcato la mano perché la società nerazzurra "ha concretamente cooperato con le forze dell'ordine a fini preventivi di vigilanza". La chiusura della curva, inoltre, è stata disposta anche per uno striscione esposto dai tifosi interisti "dal contenuto insultante nei confronti dell'allenatore della squadra avversaria", Antonio Conte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • FabriD

    21 Settembre 2013 - 02:02

    Chissà come la penserebbero sulle punizioni per i cori razzisti e dello stipendio di chi li riceve : 1) Gli schiavi neri africani degli anni dello schiavismo 2) tutte le persone che hanno sofferto sono state uccise discriminate per il colore della pelle 3) Michael JacKson 4) Tyson 5) Martin luter king. Possibili risposte i punti 1 e 2 avrebbero forse detto "se vi dicaimo come la pensiamo vi offendiamo", il 3) che il colore conta il 4) che ci provassero se hanno il coraggio il 5) che bisogna fare la rivoluzione !! Noi si crede che nn si sà se è più noiso il coro .. o le maestrine che lo perseguitano !! Che il razzismo si curi negli stadi proteggendo incapaci e non che guodagnano come un magnate del petrolio... è come pensare che l'euro abbia salvato l'Italia !!! Forse conviene occuparsi di cose un pò più serie .. per informazioni rivolgersi all'associazione arbitri cornuti e frustrati senza più cori.

    Report

    Rispondi

blog