Cerca

Nerazzurri meno italiani

Inter, accordo Moratti-Thohir: l'indonesiano entra in società

Parigi, chiusa la trattativa dopo cinque mesi: il magnate entra in società. L'ex patron resta nella dirigenza. Dopo 18 anni, la fine di un'epoca

Inter, accordo Moratti-Thohir: l'indonesiano entra in società

L'Inter è sempre più vicina a Erick Thohir, l'accordo è cosa fatta. Mancano solo le formalità: il magnate indonesiano ha raggiunto a Parigi un'intesa con Massimo Moratti per l'acquisto del 65-70 per cento delle azioni del club. La prima stretta di mano arriva al termine di una trattativa lunga cinque mesi. Secondo quanto riporta Calciomercato.com, Thohir firmerà entro la prossima settimana i contratti per l'ingresso in società. 

La pratica - I tempi dell'ufficializzazione dell'intesa sono incerti: la firma del contratto non comporta per le parti l'obbligo della pubblicità, mentre per la definitiva chiusura delle pratiche possono essere necessari 20 giorni. L'accordo, raggiunto presso la sede della banca d'affari parigina Lazard, è arrivato dopo che gli staff legali hanno sciolto l'ultimo cavillo relativo alle garanzie che Moratti pretende dall'imprenditore asiatico.

Goodbye, Moratti - Una conferma al fatto che l'accordo è cosa fatta arriva da Moratti stesso: "Non credo che resterò presidente". Il patron del triplete spiega che difficilmente resterà, seppur simbolicamente, alla guida della società milanese. Moratti però potrebbe non cedere tutte le sue quote. Nelle prossime settimane, "entro un mese" precisa Moratti, la trattiva si chiudera. Termina così, dopo diciotto anni, la sua èra. Dal 18 febbraio 1995 a oggi l'ormai ex patron ha arricchito la bacheca nerazzurra con cinque scudetti, tre Supercoppe, quattro coppe Italia, una coppa Uefa, una Champions e un Mondiale per club.

"Gestisce lui l'operazione" - MarcoTronchetti Provera, presidente della Pirelli e membro Cda neroazzurro, uomo che conosce le dinamiche interiste, spiega che "Moratti sta conducendo in prima persona l'operazione". Il manager italiano si dice "certo" del fatto che "qualsiasi decisione sarà nell'interesse dell'Inter e dei suoi tifosi". Dopo gli incontri dei mesi scorsi, da ora si lavora per chiudere definitivamente ma né l'indonesiano Thohir né il presidente dell'Inter escludono che si possano inserire nella trattaviva altri investitori stranieri. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andresboli

    20 Settembre 2013 - 15:03

    hai fatto fallire una squadra di calcio (e massacrato un'industria petrolifera), e poi conclusione spettacolare!! venduta al primo pirla che ci è cascato!! poi raccontano che gli italiani sono tirano fregature... I tonto è mussulmano voglio vedere quando si accorge della fregatura..

    Report

    Rispondi

  • heinreich

    20 Settembre 2013 - 08:08

    la giusta conclusione per un presidente ridicolo come moratti, incompetente, radical chic, miliardario e sinistrorso, una vera macchietta.

    Report

    Rispondi

  • albrip

    19 Settembre 2013 - 19:07

    Ma se ci vendiamo anche l'ultimo oppio del popolo, dopo aver svenduto tutte le nostre migliori aziende all'estero, che speranza di riscossa potrà mai avere l'italiota medio? La religione del PENSIERO UNICO?

    Report

    Rispondi

blog