Cerca

Addio

Lutto terribile per il mondo delle moto: è morto il mito Angel Nieto

0
Lutto terribile per il mondo delle moto: è morto il mito Angel Nieto

Angel Nieto non ce l’ha fatta. L’ex pilota spagnolo è morto oggi a 70 anni. Nieto era ricoverato dallo scorso 26 luglio presso il Policlinico Nuestra Señora del Rosario, di Ibiza dopo i gravi traumi subiti da un incidente con il quad. Oggi l’ex pilota è stato operato d’urgenza, a causa della vastità dell’edema cerebrale. L’intervento è durato un’ora e mezza. Inizialmente le sue condizioni erano state dichiarate stabili. La delicata situazione ha portato i figli Pablo, team manager dello Sky Racing Team VR46, e Angel Gelete, a cancellare la conferenza stampa legata al Gran Premio della Repubblica ceca per recarsi al cospetto del genitore. Nato a Zamora nel 1947, Nieto in carriera ha vinto 13 titoli Mondiali nel motomondiale secondo dietro al solo Giacomo Agostini. L’ex pilota spagnolo è stato sei volte campione nella classe 50 (nel 1969, 1970 e 1972 su Derbi; 1975 su Kreidler; 1976 e 1977 su Bultaco) e sette nella classe 125 (nel 1971 e 1972, su Derbi; 1979 e 1981 su Minarelli; 1982, 1983 e 1984 su Garelli). Si è ritirato nel 1986. In carriera ha vinto novanta Gran Premi: 27 vittorie nella classe 50, una nella 80 e 62 nella 125. Pilota e personaggio carismatico, molto amato in Spagna tanto che una curva del circuito di Jerez de la Frontera porta il suo nome. La morte di Nieto ha suscitato dolore e commozione nel mondo delle due ruote. Marc Marquez ha postato su facebook una foto che li ritrae insieme con la scritta: «Grazie per tutto quello che ci hai insegnato. Riposa in pace maestro!». «Sono addolorato - gli ha fatto eco Valentino Rossi - Angel ha sempre vissuto al 100%». Commuovente infine il ricordo di Dani Pedrosa. «Volavi in motocicletta sulla terra, ed ora volerai alto nel cielo. Sei eterno!», scrive su twitter.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media