Cerca

Ginnastica, mondiali di Anversa

Ferrari d'argento: "Dedico la medaglia alle vittime di Lampedusa"

La campionessa italiana arriva seconda nella gara del corpo libero. Quarta alla trave

Vanessa Ferrari

Vanessa Ferrari

Vanessa Ferrari conquista la medaglia d'argento iridata al corpo libero con il punteggio di 14.633. Pur salendo in pedana per prima, il caporal maggiore dell'Esercito Italiano porta a termine un'esecuzione perfetta, stoppando lo Tsukahara avvitato della diagonale d'apertura, il doppio salto combinato della seconda e il resto del suo programma acrobatico. Bene anche le parti artistiche, un minuto e mezzo montato su Tangled Up di Caro Emerald. "Dedico la medaglia alle vittime di Lampedusa", ha detto l'azzurra a fine gara dei mondiali di Anversa. L'oro finisce al collo della statunitense Simone Biles, inarrivabile a quota 15.000, con un esercizio che partiva da 6.500. La 16enne dell'Ohio, succede alla russa Afanaseva, leader al suolo di Tokyo 2011. Terza la rumena Larisa Iordache con 14.600, mentre cade, proprio i chiusura, la connazionale Sandra Izbasa, olimpionica a Pechino. Il cannibale di Orzinuovi torna dunque su un podio iridato, a sei anni dal bronzo nell'all-around di Stoccarda 2007, dopo una serie di incredibili vicissitudini, e riscatta la delusione del 4° porto di Londra 2012.

Per la Ferrari è la 5a medaglia in una rassegna mondiale, dopo le tre di Aarhus (l'oro nel concorso generale e i due bronzi a parallele e corpo libero) e quella in Germania, ottenuta malgrado una frattura al piede. "E' senza dubbio la più grande ginnasta italiana di sempre -ha dichiarato Enrico Casella- ed oggi è stata la prima delle umane, visto che la Biles in questa specialità è di un altro pianeta. Non alla trave, però, dove a mio parere, doveva starci dietro. Anche noi abbiamo presentato ricorso al corpo libero, ma c'è stato respinto. Quelli delle due americane, invece...". 23 anni a Novembre, l'azzurra del Centro Sportivo della Cecchignola, che si allena presso l'Accademia di Brescia, porta il primo argento mondiale femminile nell'ultracentenario palmares federale, il nono in totale. Complessivamente, quella odierna, e' il 49° piazzamento iridato della Federazione Ginnastica d'Italia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • scorpio53

    07 Ottobre 2013 - 11:11

    è proprio vero che per il politicamente corretto, c'è sempre il peggio! Con tutte le tragedie italiane, con tutto quello che succede nel mondo, Lei dedica la medaglia a chi, di propria volontà, ha voluto sfidare le leggi italiane infrangendole. Poteva verificare la notizia che decine di bambini sono saltati in aria in iran ad opera di un kamikaze: quella si che era un'opportunità!! La differenza tra le due notizie, (accomunate in entrambi i casi dalle morti) che chi ha violato le leggi italiane, non hanno subito una violenza ma hanno scelto loro i propri rischi mentre i bambini che andavano a scuola, non avevano scelto alcun rischio se non quello di vivere nel loro paese, senza infrangere leggi di altri stati. Da oggi in poi, cara Vanessa Ferrari, ti auguroi le peggior cose per la tua carriera sportiva e fatti fare il tifo dai profughi, attentatori delle leggi.

    Report

    Rispondi

  • piero1939

    07 Ottobre 2013 - 11:11

    che si sono le ragazze che ci danno l'impressione che praticano l'agone sportivo di istinto. agli uomini non credo più. saranno anche bombate le ragazze ma hanno uno stile pulito e quindi sanno farsi perdonare. questo è quanto a noi spettatori. grazie e grazie ancora a tutte le atlete. sperando che non vengano fagocitate dalla politica. si ricordino che un artista deve avere lo spirito indipendente.

    Report

    Rispondi

blog