Cerca

Sfida scudetto

Serie A, Roma-Napoli si giocherà venerdì 18 ottobre alle 20.45

La decisione è del prefetto della Capitale: evitato l'accavallamento tra la manifestazione e il match

Serie A, Roma-Napoli si giocherà venerdì 18 ottobre alle 20.45

La sfida scudetto Roma-Napoli si giocherà venerdì 18 ottobre alle 20.45. A comunicare la decisione a Coni e Lega Serie A è il prefetto della capitale, Giuseppe Pecoraro. Scongiurato così l'accavallamento del big match (inizialmente programmato allo stadio Olimpico per sabato 19 alle ore 18.00) con la manifestazione dei No Tav per le vie della capitale, prevista nelle stesse ore. La partita (scontro diretto tra la prima e seconda in classifica) è stata per settimane a rischio annullamento. Per evitarne la contemporaneità con un corteo a forte rischio disordini, le proposte erano lo slittamento del match a metà dicembre, oppure l'inversione di campi (cioè disputare l'andata al San Paolo di Napoli e spostare al girone di ritorno l'incontro all'Olimpico). Soluzioni, queste due, alle quali si erano opposte le dirigenze sia del Napoli che della Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gancherro

    07 Ottobre 2013 - 19:07

    Ennesima dimostrazione della gestione della cosa pubblica. Per paura di questi sgangherati delinquenti si vieta un avvenimento che crea un po' di divertimento nella popolazione già ttroppo vessata. Ma se pure il giudice Caselli li ha definbiti delinquenti, cosa si aspetta a trattarli come tali? Volete che ci scappi il morto? Per poi sorbirci un fiume di lacrime di coccodrillo?

    Report

    Rispondi

  • arwen

    07 Ottobre 2013 - 16:04

    in un paese profondamente arrestrato culturalmente e dove la democrazia e la libertà individuale è solo un'opinione, come l'Italia, si può spostare una partita di calcio per questioni di ordine pubblico legate ad una manifestazione che potrebbe dare problemi di ordine pubblico. Ma cosa volete che pensino glòi stranieri di noi se non che siamo dei poveracci?

    Report

    Rispondi

blog