Cerca

L'intervista

Maradona: "Dopo Benitez, allenerò il Napoli. Balotelli? Lasciatelo in pace"

L'ex calciatore argentino parla anche del Papa: "Tiferebbe Napoli, se ci giocassi io"

Maradona: "Dopo Benitez, allenerò il Napoli. Balotelli? Lasciatelo in pace"

Era esploso un giallo sull'arrivo di Diego Armando Maradona in Italia, a otto mesi dall'ultima visita. L'ex calciatore argentino era atterrato a Malpensa questa mattina alle 8.30 con un volo Emirates e circa un'ora dopo aveva lasciato l'aeroporto mano nella mano con la fidanzata. Perché? Per far cosa? Un'intervista rilasciata poche ore dopo alla Gazzetta dello Sport risove i dubbi: a portare il Pibe de oro in Italia la presentazione della riedizione della collana di dvd sulla sua storia, realizzata con il giornalista Gianni Minà. Seguito poi dall'invito allìOlimpico per vedere il "suo" Napoli. Un'ovazione ha accolto Diego nella redazione, prima dell'intervista.

Il calcio truccato - "Se il calcio continua così, se la gente comincia a capire che le partite sono truccate - ha detto Maradona - andiamo via e mettiamo una telenovela", sottolineando con un sorriso che "però non deve scandalizzare il 3-2 dell'Uruguay contro l'Argentina". Aggiungendo poi che "la Roma sta andando come un treno ma il Napoli ha più fame di vittoria e spero che domani faccia una grande partita". "O allo stadio o in televisione, sicuramente lo vedrò".

Su Balotelli - Sul calcoiatore rossonero, Mario Balotelli, finito al centro del ciclone per i suoi comportamenti poco rispettosi, Maradona ha espresso solidarietà. "Ognuno gestisce la sua vita come vuole, lasciate tranquillo Balotelli". "Mi pare che l'allenatore deve giudicarlo per quello che fa in allenamento, in campo. Una volta mia ha mandato una foto di lui che fumava il sigaro quando giocava al City con l'ex di mia figlia e mi ha fatto ridere".

Allenare il Napoli - Quando va via Benitez mi piacerebbe allenare il Napoli". Maradona spiega che "cambiano ovunque gli allenatori, dalla Spagna all'Italia, dall'Inghilterra alla Russia, ma ci sono persone hanno paura di me. Per questo non sto allenando". Poi Maradona si sbilancia sull'Inter: "Non ci sarà mai un presidente come Moratti": ne è convinto  Maradona, che non nasconde perplessità sull'indonesiano Erick Thohir, nuovo proprietario dell'Inter. "Quello che ha comprato l'Inter - ha sorriso - non sa la differenza fra una palla di calcio e una da football americano. Magari imparerà, ma Moratti è un uomo di classe".

Il Papa tiferebbe Napoli - Se oggi giocassi nel Napoli Papa Francesco tiferebbe per gli azzurri? "Credo di sì perchè è molto intelligente", ha risposto sorridendo Diego Armando Maradona parlando del connazionale Bergoglio. Poco prima a Maradona è stato chiesto cosa vorrebbe fare 'da grande'. "Mi piacerebbe fare il Papa, Papa ho detto, non papà, sennò vengono fuori casino". 

Il problema della droga - L'ex pibe de oro non dimentica i problemi del passato: "Fra quattro mesi saranno dieci anni che non prendo niente. Io ho fatto male a me stesso, non ho trascinato con me altre persone. Ai ragazzini dico di non provarlo, è troppo brutto".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    18 Ottobre 2013 - 15:03

    attiriamo tutti i deficenti mondiali come la carta moschicida... ma almeno morissero come fanno le mosche, e invece no prosperano nella nostra merda.

    Report

    Rispondi

  • rawing

    18 Ottobre 2013 - 13:01

    Viene ricordato solo dai napoletani, quindi ritirati in buon ordine in qualche vicoletto e non romperci più i cogli.......ni, cattivo esempio di individuo squallido

    Report

    Rispondi

  • gyxo

    18 Ottobre 2013 - 13:01

    Tu maradona il calcio lo sapevi ben giocare,ma da allenatore e da uomo sei stato una frana.Invece di criticare Thohir e di aspirare a guidare il Napoli è meglio che ti metta in disparte a guardare in silenzio .Spero che l'esaltazione dei napoletani per te giocatore non influisca positivamente sulla decisione di volerti come allenatore.Io penso che De Laurentiis non sarà cosi' sprovveduto di commettere un tale errore madornale. Bonjour Tristesse.

    Report

    Rispondi

  • maximilian66

    18 Ottobre 2013 - 07:07

    Adesso dobbiamo anche prendere lezioni di vita da uno che non ha riconosciuto il figlio, evasore fiscale e cocainomane. E' gia' stato fortunato che Dio gli ha dato il suo magico sinistro altrimenti sarebbe finito in qualche riformatorio...adesso si goda la immeritata pensione e non rompa i maroni.

    Report

    Rispondi

blog