Cerca

Champions League

Il Milan ne prende 3 dal Barça
Orgoglio Napoli: Marsiglia ko

I rossoneri battuti al Camp Nou: 3-1, un rigore dubbio e Busquets in fuorigioco. I partenopei rimontano, poi vincono di prepotenza: 3-2, due reti di Higuain

Il Milan ne prende 3 dal Barça
Orgoglio Napoli: Marsiglia ko

Un'altra sconfitta per il Milan al Camp Nou contro il Barcellona. I blaugrana in vantaggio su rigore, molto dubbio: Messi trasforma dal dischetto. Subito dopo il 2-0, viziato da un fuorigioco: nl gol va Busquests. Poco prima della chiusura della frazione di gioco i ragazzi di Allegri accorciano le distanze: autogol di Piquè. Nel secondo tempo il gran gol di Messi chiude il match. Super Napoli al San Paolo: va sotto con il Marsiglia, poi il pari di Inler e il vantaggio di Higuain. I francesi riacciuffano il pari a meno di mezz'ora dalla fine, ma va in rete ancora Higuain: tre punti e qualificazione a un passo, sul campo del Borussia Dortmund basterà un punto. Il Milan, nonostante la sconfitta, mantiene il secondo posto nel girone. Di seguito la cronaca delle partite.

Troppo Messi per il Milan - Troppo forte il Barcellona per il Milan attuale che al Camp Nou prosegue il suo periodo nero perdendo 3-1 al cospetto dei padroni di casa, trascinati da Messi autore di una doppietta. I blaugrana iniziano come sempre nella metà campo del Milan e si fanno subito pericolosi con Sanchez che al 21' manca clamorosamente la deviazione vincente. Al 29' l’arbitro serbo Mazic concede un più che generoso calcio di rigore per il Barca per un’impalpabile spinta di Abate su Neymar, che Messi trasforma. Al 38' è nuovamente la squadra di Martino a sfiorare il raddoppio con Messi che porta a spasso la difesa del Milan, salta anche Abbiati, ma Mexes allontana. Un minuto dopo però i blaugrana raddoppiano con Busquets che di testa - non certo una specialità catalana - batte nuovamente Abbiati. Il Milan rientra in partita fortunosamente nei minuti di recupero, quando Kakà si rende protagonista di una bella iniziativa sulla sinistra e mette in mezzo una palla rasoterra, ma Piquè nel tentativo di rinviare batte l’incolpevole Valdes. Nella ripresa, con Galliani e Barbara Berlusconi attenti in tribuna e seduti a fianco, Allegri inserisce Balotelli per uno spento Robinho e il Milan sembra più coraggioso e pericoloso, ma al 15' è nuovamente Iniesta a farsi pericoloso con un tiro da fuori sugli sviluppi di un calcio d’angolo.Balotelli sembra in giornata positiva e al 18' si porta a spasso un paio di spagnoli, poi mette in mezzo una gran palla per Kakà che però viene anticipato al momento del tiro. E a proposito di giocatori, alla mezzora Neymar salta come birilli almeno tre milanisti, prima di sparare alto la conclusione. Un minuto più tardi palla sui piedi di Sanchez a tu per tu con Abbiati, che si salva alla grande. Al 38' però il Barcellona chiude la partita grazie ad un uno-due Messi-Fabregas-Messi, con il pallone d’oro argentino che segna la sua doppietta.

Super Pipita, il Napoli vola - Missione compiuta per il Napoli. Seppur con qualche sofferenza di troppo, gli azzurri di Benitez battono 3-2 il Marsiglia al termine di una partita ricca di emozioni e giocata bene solo a sprazzi dai padroni di casa. Al San Paolo dopo 10' passa a sorpresa il Marsiglia con il colpo di testa di Andrè Ayew che non lascia scampo a Reina. Il Napoli accusa un pò il colpo, ma tra il 22' e il 24' capovolge il risultato: gran gol di Inler, zampata vincente di Higuain. A inizio ripresa il Napoli gioca al piccolo trotto e il Marsiglia ne approfitta, trovando il 2-2 con Thauvin, che approfitta di un grave errore di Armero. Subìto un nuovo schiaffo, il Napoli riparte a testa bassa e trova il definitivo 3-2 ancora con Higuain, che tocca in rete l'assist perfetto di Mertens e regala tre punti fondamentali ai suoi. Nel finale Insigne, appena subentrato a Mertens, centra in pieno il palo. Poco male, il Napoli vince, sale in testa al girone F e fa un passo importante verso la qualificazione agli ottavi (basterà un pari nel prossimo turno a Dortmund contro il Borussia), mentre il Marsiglia è fuori dai giochi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mich123

    07 Novembre 2013 - 13:01

    Il Milan non decolla e Barbara si annoia. Ci vorrebbe un cambiamento e papà ci sta lavorando: Galliani condurrà La Domenica sportiva e l'attuale conduttrice (preparatissima) affiancherà Barbara allo stadio. Fra il primo e il secondo tempo potranno fare tutti i loro discorsi...(scusate la perfidia, sono un interista orfano di Presidente)

    Report

    Rispondi

  • secondotentedi

    07 Novembre 2013 - 11:11

    e poi comunque se gentilmente permettono una terza ipotesi, perchè è li che si vuole arrivare, l'allenatore dei rossoneri, 'ci dicevano' da tutte le parti è in bilico da qualche tempo..., noi, che abbiamo evinto sia possibile dopo il match, qualcosa, l'abbia fatto sentire di terza categoria 'al massimo'... ne abbiamo preso atto, il calcio è democrazia, mica balle, e il milan la squadra più titolata del mondo, tanto perchè lo sappiano..., grazie mille.(:

    Report

    Rispondi

  • bruno osti

    07 Novembre 2013 - 10:10

    è come Burlesque: si odono scricchiolii sinistri!

    Report

    Rispondi

  • emigratoinfelix

    07 Novembre 2013 - 03:03

    ha gli stessi vizietti della nostran vecchia puttana del calcio,ma veramente gli stessi...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog