Cerca

Poco generoso

Ibrahimovic manca il gol della solidarietà:
bambino malato vola a Parigi per conoscerlo, ma non si fa ricevere

Hajrudin Kamenjaš ha 8 anni ed è gravemente malato. Il suo sogno è conoscere Ibra: ma il campione svedese gli dà buca

Ibrahimovic manca il gol della solidarietà:
bambino malato vola a Parigi per conoscerlo, ma non si fa ricevere

Niente incontro col bambino affetto da leucemia, volato dalla Bosnia fino a Parigi per conoscere proprio lui. Zlatan Ibrahimovic, campione svedese del Psg, fallisce il gol più facile, mancando all'appuntamento con Hajrudin Kamenjaš, bimbo di 8 anni gravemente ammalato. Per consentire al piccolo di esaudire il suo sogno e conoscere di persona il top player tante volte ammirato alla tv si è mossa un'organizzazione umanitaria internazionale. E "Ibracadabra", messo al corrente dell'iniziativa, si era inizialmente impegnato per donare un attimo di felicità a Hajrudin, indirizzandogli a metà ottobre un video di saluto e regalandogli una maglia di gioco del Psg autografata.

Il viaggio della speranza - E' stato proprio il primo gesto di generosità dell'attaccante ex Inter e Milan ad accendere i riflettori sulla vicenda. Al punto che un calciatore bosniaco, che ha preferito rimanere anonimo, ha organizzato con l'associazione tedesca Light for Tomorrow e la dirigenza del Psg un soggiorno di quattro giorni a Parigi per il bambino e la madre. In programma la visita della capitale francese, un biglietto di in tribuna per un match casalingo della squadra di Ezequiel Lavezzi e Javier Pastore, e l'incontro con Ibra. Ma qualcosa non ha funzionato. "Chiamerà a momenti", pare abbiano più volte detto gli accompagnatori del Psg a Hajrudin. Ma la telefonata non è mai arrivata. E, allo scadere del quarto giorno, il bambino è tornato in Bosnia senza aver conosciuto il suo idolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • moreno46ricci

    13 Novembre 2013 - 14:02

    Che storia, moggi 5 o 9 anni fa quando giocò nella juve gli avrebbe brontolato qualcosa, vedete, paragonano qualche fenomeno ad altre figure senza sapere che dicono..., solo in campo fanno, e si vede la differenza, a ns parere, pantani maglia rosa, che saluta esultando da pirata rosa, ci sembra meglio di coppi, vedano loro, felipe è meglio di vettel, ancora qualche altra gara e lo supera, come reputazione, di brava persona, se i giornali spesso ci portano dei paragoni fasulli e non riconoscono i veri fenomeni, sono problemi che vanno ricercati nel loro comportamento..., grazie mille.(:

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    13 Novembre 2013 - 11:11

    Da sputargli nel viso dalla mattina alla sera ....

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    12 Novembre 2013 - 17:05

    lui è figlio di bosniaci (come si può evincere dal suo cognome, da ibrahim) e non incontrare un bambino bosniaco, lo fa diventare ancora peggiore!

    Report

    Rispondi

  • massimo1008

    12 Novembre 2013 - 16:04

    che stronzo.!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog