Cerca

Posticipo del 16° turno

Serie A, spettacolo a San Siro: Milan-Roma 2-2, Juve a +5

Giallorossi avanti con Destro e Strootman, Gervinho show. Ma il Diavolo risponde con Zapata e Muntari e alla fine sfiora il 3-2. Ma alla fine gode Conte

Serie A, spettacolo a San Siro: Milan-Roma 2-2, Juve a +5

La Roma crea, il Milan resiste e alla fine tira fuori un pareggio, insperato. A San Siro, nel posticipo del 16° turno di Serie A, è un 2-2 divertente che fa sorridere soprattutto la capolista Juventus, a +5 sulla squadra di Rudi Garcia. Respira il Diavolo, che perlomeno tira fuori dal cilindro una partita d'orgoglio e una bella reazione. Sì, perché sono i romanisti a partire a mille, passando in vantaggio con Destro al 13' dopo una bella percussione a sinistra di Strootman. Senza Totti, ma con un Gervinho scatenato su entrambe le fasce, gli ospiti sfiorano in un paio di occasioni il raddoppio ma è Zapata, con rocambolesco colpo di testa/ginocchio su corner dalla destra, a fare 1-1 al 29'. Rossoneri sulla difensiva, giallorossi all'assalto e Bradley, tra i più pericolosi, che si vede clamorosamente respingere sulla linea (complice effetto beffardo) il pallone del 2-1 sottomisura. La ripresa è all'insegna della velocità e dei ribaltamenti di fronte, con i romanisti più insidiosi. Abbiati, infortunato, viene sostituito dal brasiliano Rafael che la combina grossa uscendo male al 6' su Gervinho: rigore, ammonizione e gol dal dischetto di Strootman. Il match s'incattivisce, il Milan s'innervosisce e quando l'arbitro Rocchi ammonisce Montolivo (diffidato, salterà il derby con l'Inter) e Kakà, mister Massimiliano Allegri perde le staffe: espulso. Proprio quando la Roma ha in mano la partita, il Diavolo esce dall'incubo grazie a Muntari, generoso a centrocampo e più bravissimo a battere De Sanctis con un destro potente sul primo palo, dopo un assist di Balotelli. E proprio Supermario, nel recupero, ha la clamorosa palla del 3-2 sul sinistro, fallita malamente. Pochi secondi dopo lo imita Gervinho. Tutto sommato, giusto così.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bettely1313

    17 Dicembre 2013 - 11:11

    della Roma. Su 5 partite in tre alla Roma le è stato negato il rigore che meritava. Così 2x3=6, quindi la Roma sarebbe ancora la prima in classifica. Comunque va bene così, perché ammiro Allegri per la sua compostezza anche in questo momento di crisi del Milan. In silenzio incarta e porta a casa i pochi successi del Milan, sperando in un futuro migliore.

    Report

    Rispondi

  • biasini

    17 Dicembre 2013 - 08:08

    Com'è noto il Murinho di Arcore ha "motivato" i giocatori in particolare Balotelli. Risultato? Il Balotelli era evidentemente scazzato. Inoltre il Mou di Arcore ha dettato la tattica ad Allegri. I risultati si sono subito visti in campo: un casino immondo. Poi giocatori e allenatore hanno pensato bene che certe figure di m. li danneggiavano professionalmente e si sono messi a giocare come sanno (che non è molto). Non sappiamo se il Mou era assistito dall'astro nascente della dirigenza calcistica italiana: la figlia Barbara. E' noto infatti che per fare il dirigente calcistico non è necessario capirne di calcio ma di calciatori.

    Report

    Rispondi

blog